Da Ansa del 05/07/2006
Originale su http://www.ansa.it/ambiente/notizie/notiziari/governo/2006070516343398...

Italia: Pecoraro, puntare su biodiesel e risparmio

ROMA - Un nuovo piano nazionale per l'energia, ispirato ai principi del risparmio energetico, all'incentivazione dei biocarburanti e alla diffusione del fotovoltaico, senza trascurare l'eolico e le centrali a biomasse di piccola taglia, e la ricerca sull'idrogeno. E' questo il progetto per le energie rinnovabili del ministro dell'Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio, illustrato in un'intervista al Quotidiano Nazionale (Giorno-Resto del Carlino-Nazione). Pecoraro annuncia l'obiettivo di arrivare entro la fine della legislatura a produrre ''almeno il 25% dell'energia da fonti rinnovabili''. Un impegno difficile, ma che il ministro dichiara di poter raggiungere, attraverso il varo, come prima mossa, di un piano energetico nazionale improntato fortemente alla ''razionalizzazione dei consumi e alla promozione del risparmio energetico''. ''Intendiamo, ad esempio - afferma Pecoraro - incentivare economicamente, con il sistema gia' usato per le ristrutturazioni edilizie, gli interventi per il risparmio energetico: coibentazioni, doppi vetri, caldaie ad alta efficienza''. Il ministro vede nella legge sull'efficienza energetica degli edifici approvata in Sudtirolo (''che non consente piu' - dice il ministro - di costruire appartamenti che consumino oltre 7 litri di gasolio a fronte dei 20 usati mediamente nel resto d'Italia'') un esempio da imitare e da implementare con l'uso di lampadine ad alta efficienza e di elettrodomestici che possono risparmiare fino al 70%. Sul fotovoltaico Pecoraro vede nel 'conto energia', misura introdotta sull'onda del successo tedesco dal decreto del 19 settembre 2005 che permette di vendere l'energia prodotta al gestore elettrico, ''uno strumento importante'', ma che non basta da solo, e che va integrato con la ricerca sui pannelli fotovoltaici innovativi, gli incentivi al solare termico e la ripresa del progetto Rubbia sul solare ad alta pressione. Attenzione anche all'eolico, anche se, secondo il ministro bisogna puntare sui ''piccoli impianti'', dicendo ''no alla logica del gigantismo''. Sul tema caldo dei biocarburanti, Pecoraro afferma: ''E' evidente che noi dobbiamo o abolire la quota esente, o almeno abbassare significativamente le accise sui biocarburanti. Dobbiamo defiscalizzare il carburante usato in agricoltura e dobbiamo garantire agli agricoltori che una parte dei fondi Ue serva alla produzione di biocarburanti, che portrebbero essere usati dalle aziende di trasporto pubblico urbano, in modo da contribuire a migliorare la qualita' dell'aria nelle citta'''. Non bastera' pero' certo solo il biodiesel a combattere la lotta contro le emissioni nocive, e allora per Pecoraro ''occorre potenziare i mezzi a trazione elettrica, filobus e tram in primis, e incentivare l'uso di mezzi come le biciclette''. Ultima battuta per i rigassificatori, che sono per il ministro verde ''uno strumento utile e necessario, ma prima di farli serve un piano energetico nazionale o almeno una valutazione ambientale che ci dica quanti ne servono davvero''.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

E l'energia del futuro?
Dall’energia eolica ai biogas ricavati dalle viscere di mucche morte, l’Europa stia iniziando a cercare altrove.
di Fiona Wollensack su CafèBabel.com del 14/11/2005

News in archivio

Italia: «L´ecoenergia, business del futuro»
Il ministro delle politiche agricole: «Puntiamo sulle biomasse, rendono molto di più di mais e girasole»
su Greenreport del 28/07/2006
 
Cos'è ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2017
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0