Da Il Giornale del 09/08/2006
Originale su http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=110555

Salgono i consumi elettrici ma l'Italia è gas-dipendente

di Paolo Giovanelli

Milano - La domanda di energia elettrica sale più della produzione, mentre l'Italia diventa via via sempre più «schiava» delle forniture di gas per le sue centrali elettriche: è il consuntivo del 2005 presentato ieri da Terna, il gestore della rete elettrica ad alta tensione. Nello scorso anno il totale dell'energia richiesta nel nostro Paese ha superato i 330 miliardi di chilowattore (più 1,6% sul 2004) e come nel 2004 la domanda dei cosiddetti clienti liberi ha superato quella dei vincolati.

Le imprese da sole hanno infatti assorbito 135,5 miliardi di Kwh, con un aumento del 6,6%.

Tra le regioni, la Lombardia è quella con la più alta domanda energetica (67 miliardi di Kwh), seguita da Veneto (31,7 miliardi) ed Emilia Romagna (28,7 miliardi). Otto regioni hanno registrato un surplus produttivo rispetto al loro fabbisogno, dodici un deficit. Tra quelle in surplus ci sono Valle d'Aosta (+134%), la Puglia (+61%) e la Liguria (+55%), pesanti invece i deficit di Campania (-81%), Marche (-49, 5%) e Basilicata (-47,6%).

Ma è sul fronte della produzione che cominciano i dolori: quella termoelettrica copre l'80,9% del totale e nel 2004 ha raggiunto i 240 miliardi di kwh, quella idroelettrica rappresenta il 16,6% del totale e lo scorso anno è calata del 14,1% in seguito alla scarsità di piogge, quella eolica pur essendo cresciuta del 26,8% rappresenta solo lo 0,8% del totale e infine la geotermica è ferma all'1,7 per cento.

Il peggio arriva con le fonti energetiche del geotermico: il gas naturale copre il 60% dei combustibili usati, con un consumo che nel 2005 è salito del 15,3% sul 2004. Una tendenza che dovrebbe essere confermata (se non addirittura rafforzata) quest'anno. Così ormai si sta passando dalla dipendenza dal petrolio come fonte energetica a quella del gas. Con una differenza, in peggio: che il petrolio lo si trasporta con navi e può arrivare praticamente da qualsiasi parte della terra. Il gas per ora arriva solo attraverso i gasdotti da Russia, Olanda, Algeria e Libia.

E di rigassificatori, che darebbero più elasticità alle importazioni, ce n'è uno solo dell'Eni. Edison con ExxonMobil e Qatar sta costruendone uno in Adriatico che entrerà in funzione nel 2008. Gli altri impianti per ora sono solo sulla carta.

La produzione elettrica con il carbone, che si presenta come alternativa più inquinante ma più sicura ed economica, è scesa lo scorso anno del 4,5% e ha coperto solo il 16,5% del totale. Un vero e proprio crollo è stato registrato dall'uso del petrolio, sceso del 24,9% e che è arrivato a coprire solo il 13,8% dell'elettricità totale prodotta. Poco male: le centrali a petrolio hanno un rendimento decisamente basso rispetto a quelle che utilizzano altre fonti e sono le più costose. Sale invece il peso degli «altri combustibili», in gran parte rifiuti solidi urbani, che vengono bruciati per produrre energia: hanno raggiunto il 7,4% del totale. Una fonte che abbiamo in casa e che, benché osteggiata da alcune parti dell'opinione pubblica, è destinata a crescere.

Anche perché diversamente siamo destinati a essere sommersi dai rifiuti.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Bolivia nombra a los directores que controlarán cinco petroleras
Entre los responsables designados se encuentran los que asumirán el control de Repsol YPF y de la brasileña Petrobras
su El Pais del 09/05/2006
Bush rinnova le energie, l’europa le spreca litigando
Così il presidente americano intende fare dell’atomo una fonte potabile per i verdi
su Il Foglio del 01/03/2006

News in archivio

Italia: «L´ecoenergia, business del futuro»
Il ministro delle politiche agricole: «Puntiamo sulle biomasse, rendono molto di più di mais e girasole»
su Greenreport del 28/07/2006
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2018
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0