Da La Stampa del 12/11/2004

Cambiano le abitudini sessuali

Cina, a letto ritorna la libertà

di Francesco Sisci

PECHINO - Un'iniezione ed è finita», spiegano dei foglietti di carta bianchi, quasi scritti a mano, attaccati con la colla sui muri di periferia. Pubblicizzano con un numero di telefono un ambulatorio discreto ed efficiente dove si curano malattie veneree. Sullo stesso tono gli annunci sulle pagine dei giornali popolari. Cliniche private guariscono ogni sorta di infezione che abbia a che fare con il sesso.

Non lontano dal centro, sotto insegne che dicono timidamente «articoli per la salute» si aprono nelle città autentici sex shop. Vendono ricostituenti ed eccitanti, vere e o presunte polveri di macinato di corna di cervo o di rinoceronte, estratto di sangue di serpente, gusci di tartaruga, pinne di pescecane… per finire con l’onnipresente e onnipotente ginseng.

Ogni cosa utile per dare forza all’uomo e soddisfazione alla donna, perché sin dall’antichità in Cina il sesso è tutta salute. In questa atmosfera sembrano strane le difficoltà incontrate dal primo «Festival della cultura sessuale» che ha aperto le porte a Canton, dopo che era stato proibito a Pechino e Shanghai. Almeno in 50 mila lo hanno visitato il primo giorno. Devono imparare ad avere un rapporto più «aperto e audace» con il sesso, diceva la pubblicità dell’evento, al quale sono ammessi anche i minorenni.

«La conoscenza e l'accesso a prodotti come i preservativi può aiutare a limitare i problemi per i minorenni che vogliono avvicinarsi al sesso e che si espongono alle minacce delle malattie veneree e all'Aids», ha detto Zhang Feng, presidente della società per gli studi sul sesso della provincia del Guangdong. Durante il festival saranno distribuiti un milione di profilattici.

Con il loro arrivo al potere nel 1949, i comunisti in pochi mesi chiusero le migliaia di bordelli del Paese, proibirono tutte le concubine e diedero effettivamente una nuova dignità alle donne. Questa rivoluzione sociale ebbe come conseguenza anche un forte irrigidimento dei costumi sessuali. Visto che i bordelli erano vietati, le concubine pure, anche la libertà sessuale fece un balzo indietro. Le nozze, e ancor prima i fidanzamenti dovevano essere approvati dell’ufficio competente; gli amanti sorpresi fuori dal vincolo coniugale erano sottoposti a feroci sessioni di critica e autocritica, e poi mandati al confino - separati - in campagne miserabili.

Negli ultimi 15 anni la ruota del sesso ha ripreso a marciare all’indietro. Le vecchie abitudini poco alla volta stanno tornando, e visto che le donne si sono nel frattempo liberate dai condizionamenti, con una maggiore partecipazione del gentil sesso nel fenomeno. L’omosessualità è stata depenalizzata e non è più un crimine un rapporto fuori dal matrimonio. Ma per esempio l’idea di aprire, come in altri Paesi, distretti a luci rosse è ferocemente avversata dall’influente «Associazione delle donne», dominata da anziane combattenti rivoluzionarie.

La necessità di porre un freno al dilagare dell’Aids nel Paese ha spinto ad organizzare corsi di educazione sessuale nelle scuole, ma molti genitori sono contrari. In classe e a casa i ragazzi sono tirati su e trattati come bambini fino a 20 anni, impegnati a studiare per superare i difficilissimi esami di accesso all’università. Ogni cosa che abbia a che fare con il sesso potrebbe essere una pericolosa distrazione.

Il Festival di Canton vorrebbe cominciare a fare invertire la tendenza. Ma questo è un Paese dove si decide praticamente tutto nella capitale. Se le cose sono davvero cambiate lo si capirà solo se la prossima fiera del sesso sarà organizzata a Pechino.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Aids, ora la Cina ha paura
L´allarme del premier: "L´epidemia si allarga, a rischio tutto il paese"
di Raimondo Bultrini su La Repubblica del 11/07/2004
 
Cos'è ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2017
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0