Da Ansa del 27/10/2006
Originale su http://www.ansa.it/ambiente/notizie/notiziari/mondo/200610271814340931...

Ambiente: il governo brasiliano dichiara disboscamento in Amazzonia -30% nel 2006

BRASILIA - La devastazione dell'Amazzonia e' calata di un terzo rispetto all'anno scorso, ed e' arrivata al livello piu' basso degli ultimi quindici anni. Lo ha annunciato ieri a Brasilia Marina Silva, ministro dell'Ambiente del governo Lula. Dall'agosto del 2005 all'agosto del 2006 (l'anno amazzonico va da agosto a agosto), la deforestazione ha raggiunto 13,1 milioni di chilometri quadrati (pari alla superficie della Giamaica), dei quali 61% in disboscamento di frodo. Nel 2003-2004, la devastazione aveva interessato una superficie di 27 milioni di chilometri quadrati, e nel 2004-2005 era gia' calata a 18,7 milioni. Uno degli elementi piu' importanti per la riduzione del disboscamento e' stata la creazione e l'applicazione della ''legge delle foreste pubbliche'', che regolamenta la concessione di estensioni di foresta del demanio per lo sfruttamento sostenibile del legname. Il governo Lula puo' cosi' vantare un successo ambientale importante, grazie agli sforzi del ministro Silva, nota militante ambientalista prima dell'incarico al governo. ''Marina sta dimostrando che invece di proibire e reprimere con la forza, si puo' convincere e insegnare alla gente a fare le cose giuste'', ha dichiarato il presidente Luiz Inacio Lula da Silva dopo l'annuncio. Marina Silva e' uno dei ministri piu' popolari del governo Lula. L'opposizione ha accusato Lula di aver forzato i tempi dell' annuncio per rendere nota la notizia proprio alla vigilia del ballottaggio delle elezioni presidenziali di domenica prossima. La Silva ha pero' ribattuto che si tratta invece di rendere noto il miglioramento delle condizioni in Amazzonia prima dell'inizio della Cop-12, la 12/ma conferenza delle parti del Convegno sul Clima dell'Onu, che inizia il 6 novembre a Nairobi. Al convegno, Marina Silva presentera' la proposta brasiliana di un fondo internazionale che ''premi'' i Paesi tropicali che riducano la deforestazione, contribuendo cosi' alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica. ''Ci tenevamo a dare il buon esempio'', ha detto Silva.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Brasil, rumbo a la segunda vuelta
Lula pidió a los gobernadores del PT ayuda para el ballottage
"Vamos a las calles", les reclamó; primeras fisuras en la alianza de Alckmin
su La Nación del 05/10/2006
Deforestazione senza fine
Haiti, la crisi ambientale a un punto di non ritorno
di Milena Nebbia su Peace Reporter del 28/08/2006

News in archivio

I successi del governo cancellati dalle accuse di corruzione
Brasile: Lula non ce la fa costretto al ballottaggio da Alckmin
Il presidente-operaio si ferma al 49%. Il 29 ottobre si torna alle urne
su La Repubblica del 02/10/2006
 
Cos'è ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2017
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0