Da RaiNews24 del 23/08/2006
Originale su http://www.rainews24.it/Notizia.asp?NewsID=63693

Immigrazione: si cerca un barcone segnalato al largo di Lampedusa

Amato e Mastella istituiranno un tavolo comune

Lampedusa - Non è ancora stato intercettato dalla Guardia costiera il gommone segnalato nella tarda serata di ieri dalle autorita' tunisine. L'imbarcazione, sulla quale sarebbero imbarcate circa 20 persone, al momento dell' avvistamento navigava a oltre 50 miglia da Lampedusa, in acque maltesi. Sul posto si sono recate alcune motovedette della Capitaneria di porto. La segnalazione è stata estesa anche alle autorità maltesi. I soccorritori si erano detti preoccupati per la sorte del gommone, in quanto c'era mare forza 5.

I ministri dell'Interno Giuliano Amato e della Giustizia Clemente Mastella hanno annunciato che stabiliranno un tavolo di lavoro congiunto, presso il ministero della Giustizia, tra gli esperti degli uffici legislativi del ministero di via Arenula e del Viminale, per dar seguito ai provvedimenti annunciati ieri per la lotta all'immigrazione clandestina. L'obiettivo del tavolo, afferma una nota del Viminale, e' "la stesura di una bozza di provvedimento da sottoporre in tempi rapidi all'attenzione del Consiglio dei ministri".


AMATO: DUE POOL CONTRO GLI SBARCHI

Ieri, al Viminale si è svolto un vertice tecnico "lungo e fruttuoso" come l'ha definito il ministro dell'Interno, Giuliano Amato, a cui ha partecipato anche il procuratore nazionale antimafia Piero Grasso, in cui si è deciso di istituire due pool investigativi specializzati sulla scia di quelli antimafia e antiterrorismo, e di affidare alle Dda tutte le indagini sull' immigrazione clandestina. Si è stabilito anche il carcere obbligatorio per gli scafisti e di richiedere alla Libia una collaborazione non solo di polizia ma anche giudiziaria.


MASTELLA: CARCERE A VITA PER GLI SCAFISTI

In serata il ministro della Giustizia, Clemente Mastella, ha annunciato che al prossimo consiglio dei ministri presentera' le modifiche normative su due fronti, agendo "in sintonia" con il collega Amato. Le indagini sull'immigrazione clandestina saranno interamente affidate alle 26 Dda che attualmente hanno voce in capitolo solo quando si ipotizzano reati associativi gravi come, ad esempio, la tratta di esseri umani e la riduzione in schiavitu'. Tutto avverrà sotto il coordinamento della Dna di Piero Grasso. E Mastella ha accolto anche un'altra richiesta del procuratore nazionale antimafia: rendere obbligatoria la misura cautelare in carcere per gli scafisti, analogamente a quanto già avviene per i delitti di mafia.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Il "richiamo" del senatore Caprili non fa presa nella borgata del raid squadrista. "Veltroni viva qui per un mese. Capirebbe che basta applicare le leggi in vigore"
Nella sezione di Tor Bella Monaca "Romeni? Fanno più paura i razzisti"
Articolo di Giovanna Vitale su La Repubblica del 06/11/2007
di Giovanna Vitale su La Repubblica del 06/11/2007

News in archivio

Il ministro dell'Interno chiarisce che dovrà essere accettata da "tutti coloro che vorranno vivere stabilmente in Italia"
Islam: "La Carta dei valori non è soltanto per i musulmani"
Critiche all'Ucoii: "Mai detto che l'avremmo firmata oggi"
su La Repubblica del 03/10/2006
 
Cos'è ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2017
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0