Da La Stampa del 18/05/2004
Originale su http://www.lastampa.it/redazione/news_high_tech/archivio/0405/bsa.asp

La parola alla lobby del software

«Persino noi siamo contrari, è un’inutile burocrazia in più»

di Anna Masera

La Business Software Alliance (Bsa) rappresenta le aziende produttrici di software e da sempre combatte la pirateria. Eppure critica aspramente il decreto legge Urbani. Come mai? Lo abbiamo chiesto a Simona Lavagnini, consulente legale di Bsa Italia.

Signora Lavagnini, ci spiega la posizione della Bsa Italia sul decreto Urbani?
«La Bsa ha criticato il bollino virtuale e l’estensione del compenso per copia privata (tassa su masterizzatori e software di masterizzazione), misure in contrasto con le norme Ue, che rispondono a una richiesta Siae all’onorevole Gabriella Carlucci, relatrice del decreto alla Camera, la quale le ha messe in atto senza interpellare le controparti».

Ma la Carlucci ha espresso rammarico per l’articolo 1 del decreto, che oltre ai suddetti balzelli prevede l’introduzione di sanzioni penali a carico degli utenti.
«Già. Il problema è che la Carlucci non ha più il potere di cambiare il decreto, è stato licenziato e non ci sono più i tempi tecnici. Una cosa assurda, perchè questa legge trova tutti d’accordo nel dire che è sbagliata».

Che la Carlucci si sia pentita non fa ben sperare?
«Ormai è il 18, se il decreto non viene convertito in legge entro il 22 decade. Le modifiche di cui discutiamo adesso risalgono a un mese fa. C’è stato un mese di tempo e tutto quello che sono riusciti a fare è peggiorare la situazione. Bisognerebbe ritirare la norma, ma non c’è la volontà politica della maggioranza».

Ma una legge nuova sul copyright era necessaria?
«No. Le leggi già c’erano».

E allora perchè il decreto?
«Evidentemente la necessità era sentita negli ambienti dell’industria cinematografica».

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Il provvedimento punisce lo scambio di file in rete
Rivolta sul web: no alla legge Urbani
di Michela Tamburrino su La Stampa del 26/05/2004
La parola alla lobby della musica
«Noi siamo favorevoli, anche se non era necessaria»
di Anna Masera su La Stampa del 18/05/2004

News in archivio

Belgio: Google news condannato
Ribaltata la sentenza in primo grado
su APCom del 22/09/2006
Aids: Roche condivide il suo sapere con l'Africa
Il gigante farmaceutico svizzero Roche trasferisce a tre compagnie africane i mezzi di fabbricare localmente un farmaco generico contro l'AIDS. Altre imprese seguiranno.
su SwissInfo del 22/09/2006
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0