Da La Stampa del 07/11/2004

Preso d'assalto il sito dell'ufficio immigrazione

Agli anti-Bush non resta che il Canada

di Anna Masera

«Avete il blues per i risultati elettorali Usa? Siete delusi? Il Canada vi aspetta a braccia aperte». A quanto pare sono molti gli statunitensi che accarezzano l'idea di abbandonare il Paese a stelle e strisce: il giorno dopo le presidenziali con la vittoria del repubblicano Bush sul democratico Kerry, il numero di cittadini Usa che ha visitato il sito Web ufficiale dell'immigrazione canadese è aumentato di ben sei volte.

«Quando abbiamo guardato sul sito le statistiche di accesso del primo giorno successivo alle elezioni, il 3 novembre, abbiamo trovato un nuovo record di visite, quasi il doppio del record precedente», ha detto ieri la portavoce del ministero dell'immigrazione canadese Maria Iadinardi. In una giornata normale, circa 20 mila persone visitano dagli Stati Uniti il sito www.cic.gc.ca - una cifra che è schizzata mercoledì scorso a 115.016. Il numero di visite dagli Usa è poi sceso a 65.803 nella giornata di giovedì, comunque ancora nettamente al di sopra della media.

La voce secondo cui democratici delusi e altri potrebbero decidere di cominciare una nuova vita in Canada, Paese che tende molto più a sinistra degli Usa, è cominciata a circolare subito dopo la vittoria di Bush. Chi desidera emigrare in Canada può richiedere la residenza permanente, processo che spesso richiede fino a un anno. Un altro sistema per gli americani di trasferirsi a Nord per un lunghi periodi è di trovare un impiego, il che richiede un permesso di lavoro.

Alla domanda se un richiedente sarebbe guardato con maggiore simpatia se si dichiarasse un democratico in fuga da Bush, Iadinardi ha risposto: «Non viene dato alcun peso all'espressione di sentimenti». Il Canada è uno dei pochi Paesi avanzati con una politica che promuove l'immigrazione su vasta scala. Ottawa si propone di attirare nel Paese tra i 220.000 e i 240.000 nuovi arrivati il prossimo anno.

Peraltro, spiega Iadinardi, ci vorranno circa sei mesi per scoprire se c'è davvero un aumento nelle domande di immigrazione: «Non c'è un'attività inusuale per la richiesta di visti alle nostre missioni negli Usa. Un conto è fare domanda, un conto è trasferirsi subito».

Il Canada potrebbe soprattutto attirare più coppie omosessuali dagli Usa dopo la decisione della provincia del Saskatchewan di ieri a favore dei matrimoni gay. Già altre cinque province e un territorio canadese hanno deliberato che la discriminazione sessuale nei matrimoni è anticostituzionale, contro gli 11 Stati Usa che hanno votato no nel referendum per i matrimoni gay.

L'idea di statunitensi sopraffatti dalla delusione che vogliono emigrare oltre confine diverte i canadesi, da sempre critici dei loro vicini «meridionali». Un commentatore del quotidiano Ottawa Sun scrive una guida ironica per una nuova cittadinanza. E centinaia di canadesi si sono iscritti a un sito satirico che li invita a fare la loro parte e sposare un americano o un'americana: «Aprite i vostri cuori, e le vostre case. Marry an American» esorta il sito (www.marryanamerican.ca). «Legioni di canadesi single si sono già sacrificati per salvare i loro vicini del Sud da altri quattro anni di conservatorismo cowboy».

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Le gouvernement tombe
L'opposition force Paul Martin à déclencher des élections
di Hélène Buzzetti su Le Devoir del 29/11/2005
Videos Show Hostages in Iraq
Five Western activists, four Iranian pilgrims and an Iraqi interpreter are now missing.
di Ashraf Khalil su Los Angeles Times del 29/11/2005

News in archivio

McGuinty: il nucleare rimane un'opzione
Il premier dell'Ontario non esclude la costruzione di altre centrali
su Corriere Canadese del 15/12/2005
Iraq: rapiti 4 operatori umanitari
Due sarebbero canadesi, uno inglese e uno americano
su Ansa del 27/11/2005
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2021
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0