Da Corriere della Sera del 07/07/2004

IN VIA XX SETTEMBRE

E Letta si sfogò: neanche alle colf si danno gli otto giorni

Il capo del governo allo staff del ministero: farò di tutto per evitare che vi siano interferenze nella vostra attività

di Mario Sensini

ROMA - «Non resterò a lungo al ministero dell’Economia. Non tanto quanto scrivono i giornali. Il tempo sufficiente per approvare la manovra correttiva, che faremo la settimana prossima, e il Dpef, che delineerà la riduzione delle tasse nel 2005, cui non possiamo rinunciare perché l’abbiamo promesso agli italiani, e i tagli che dovremo fare alla spesa pubblica per finanziare gli sgravi». La prima preoccupazione di Silvio Berlusconi, tornato nelle vesti di presidente-ministro, questa volta dell’Economia, è stata, ieri, quella di rassicurare la squadra, gli orfani di Giulio Tremonti, ma anche di dare un segnale ad An e soprattutto all’Udc, che chiedono tempi rapidi (potrebbe trattarsi della fine di luglio) per la nomina di un nuovo ministro. Nella Sala della Maggioranza di via XX Settembre, quella dove ai tempi di Quintino Sella si riuniva il governo, Berlusconi riceve i capi dipartimento e i responsabili delle Agenzie che dipendono dal ministero, i cosiddetti tecnici poi, tutti insieme, i cinque sottosegretari e i due vice ministri. Confermandoli tutti, in blocco, nell’incarico e nelle funzioni. Compresi Vincenzo Fortunato e Mario Pinto, rispettivamente capo di gabinetto e capo dell’ufficio legislativo dell’ex ministro Giulio Tremonti, che si presentano, per cortesia istituzionale, con la lettera di dimissioni in mano.

«Continuate a lavorare come state facendo», dice a tutti. Chiedendo ai tecnici di fornire «sostegno leale» ai politici e, ai politici, «massimo rispetto e riguardo per i tecnici». Primo tra tutti il Ragioniere generale dello Stato, Vittorio Grilli, finito nel mirino di Alleanza nazionale nel momento stesso in cui Gianfranco Fini ha accusato Tremonti di aver truccato i conti della manovra. Non vuole assolutamente altre polemiche, il premier, sulla storia dei conti fasulli. E oggi andrà alla conferenza annuale della Ragioneria, ospite di Grilli, per ribadirlo.

Chiarisce che non c’è nessun primus inter pares tra i sottosegretari dell’Economia, gli assetti restano invariati. Anche se Giuseppe Vegas, il più navigato degli inquilini di via XX Settembre, l’«uomo della Finanziaria» che ha curato i non facili rapporti fra Tremonti e il Parlamento, segue Berlusconi come un’ombra. Di primo mattino a Palazzo Grazioli, nella residenza privata, poi al ministero, in tutti gli incontri del premier. «Se c’è bisogno di qualcosa, se c’è un problema, i vostri riferimenti siamo io e Gianni Letta a Palazzo Chigi» dice comunque Berlusconi ai suoi sottosegretari. Cercando di rassicurarli ancora una volta. «Farò di tutto per evitare che vi siano delle interferenze nel vostro lavoro» dice.

Mario Baldassarri, vice ministro di An, lavorerà alla parte tecnica del Dpef, che dovrebbe essere pronto nel giro di un paio di settimane. Sarà però lo stesso Berlusconi a curare il cuore politico del Documento, il piano «scossa» per il 2005 con la riduzione delle tasse e gli interventi necessari sulla spesa pubblica. «C’è già un impegno preciso del governo italiano preso all’Ecofin l’altro giorno, per mantenere il massimo rigore anche sui conti del prossimo anno» spiega il presidente del Consiglio. Che si sforza di mantenere la tranquillità, ma alla fine tradisce il nervosismo per l’aut aut di Follini. Che riesce a irritare anche l’imperturbabile Gianni Letta: «Gli otto giorni non si danno neanche alle colf», borbotta infilando la porta.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Disgelo con Domenico Siniscalco, chiamato Mimmo in conferenza stampa "Questa è una svolta storica"
E il Cavaliere torna a sorridere "Ma io sogno ancora 2 aliquote"
di Concita De Gregorio su La Repubblica del 27/11/2004
Sulle tasse Pera attacca Casini
"Maastricht non sia una scusa". L´Ulivo: è scontro istituzionale
di Giovanna Casadio su La Repubblica del 22/11/2004
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2022
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0