Da Agenzia Fides del 10/03/2006
Originale su http://www.fides.org/aree/news/newsdet.php?idnews=8883&lan=ita

Sudan: aumentano le pressioni per l’invio dei “Caschi Blu” nel Darfur

L’Unione Africana decide oggi se trasferire all’ONU le truppe africane già presenti nella regione

Khartoum - Si è aperta oggi ad Addis Abeba, capitale dell’Etiopia e sede dell’Unione Africana, la riunione del Consiglio per la Pace e la Sicurezza dell’Unione Africana, che dovrà decidere se trasferire alle Nazioni Unite il controllo della forza di pace africana dispiegata nel Darfur, la regione occidentale del Sudan, teatro di scontri e di gravi violazioni dei diritti umani. Attualmente l’Unione Africana ha dispiegato in Darfur una forza di 7mila uomini con il compito di fornire una cornice di sicurezza agli osservatori internazionali incaricati di sorvegliare il rispetto del cessate il fuoco tra le forze di sicurezze sudanesi, le milizie filogovernative e una serie di gruppi di guerriglia che lottano contro il governo centrale.

Sono soprattutto Unione Europea e Stati Uniti a chiedere l’invio di truppe delle Nazioni Unite nel Darfur. Il Vice Presidente sudanese Ali Osman Mohamed Taha, ha affermato che il suo Paese sarebbe disponibile ad accogliere i “Caschi Blu” a patto però della firma di “un accordo politico sul conflitto che abbia in sé le garanzie per reggere”. Taha ha insistito sulla necessità del raggiungimento di una soluzione alla crisi nel Darfur attraverso negoziati tra ribelli e autorità centrali in corso ad Abuja, capitale della Nigeria. "Abuja", ha affermato, "deve avere la priorità perché la chiave per risolvere il conflitto nella regione è nella politica. “L'Unione Africana”, ha sottolineato il Vice Ministro sudanese, ricordando che sul punto esiste il consenso di Unione Europea e Stati Uniti, “deve ricevere aiuto e sostegno per poter svolgere il controllo sulla sicurezza nel Darfur”.

Anche il Segretario di Stato americano Condoleezza Rice preme per ottenere l'invio di una forza delle Nazioni Unite nel Darfur, la regione del Sudan in preda alla guerra civile, dove secondo gli Usa e' in corso un genocidio. Intervenendo al Congresso, a Washington, la Rice ha affermato: ''Siamo convinti che sia necessario inviare Caschi Blu in Sudan, nel Darfur”.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

La OTAN reconoce haber matado a civiles en un bombardeo en Afganistán
Las autoridades afganas acusan a la Alianza de matar a 63 civiles por error
su El Pais del 27/10/2006
CIA tried to silence EU on torture flights
Germany offered access to prisoner in Morocco if it quelled opposition
di Richard Norton-Taylor su The Guardian del 26/10/2006
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0