Da Corriere della Sera del 17/10/2006
Originale su http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2006/10_Ottobre/17/mafia.shtml

In manette è finito anche l'ex pentito Giovanni Pellegriti

Mafia: 9 fermi a Catania, sventato omicidio

Arrestati i membri di un clan emergente di Adrano: progettavano un nuovo delitto

CATANIA - Un'operazione antimafia effettuata nella notte tra lunedì e martedì in provincia di Catania ha permesso di bloccare un clan emergente nella zona di Adrano e sventare un omicidio in preparazione. La squadra mobile del capoluogo etneo ha arrestato nove persone: l'accusa a vario titolo è di associazione mafiosa, associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti, detenzione e porto illegale di armi e ricettazione. In carcere sono finiti gli appartenenti di un gruppo emergente che, secondo i magistrati, tentava di prendere il controllo delle attività criminali ad Adrano, un paese in provincia di Catania. Il tutto scalzando i vecchi boss mafiosi. Alcuni dei provvedimenti di fermo sono stati eseguiti anche nel Nord Italia. Durante l'operazione, sono state trovate armi, munizioni, stupefacenti e altro materiale ritenuto di provenienza illecita, considerato di interesse investigativo.

UN EX PENTITO TRA I FERMATI - Secondo gli inquirenti, il clan stava progettando un nuovo omicidio: questo ha reso necessaria l'emissione dei nove provvedimenti di fermo eseguiti nella notte. Tra i nove arrestati c'è anche l'ex pentito Giovanni Pellegriti che, dopo avere scontato una condanna per mafia, era ora agli arresti domiciliari e aveva fatto richiesta dei benefici previsti dall'indulto. Secondo quanto accertato dagli investigatori, i nove fermati cercavano di controllare le attività criminali ad Adrano. Pellegriti, che ha ha interrotto la collaborazione nel 1998, avrebbe messo a servizio del gruppo la sua «esperienza» criminale.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Carcere duro, il Grand Hotel della mafia
I boss dietro le sbarre: da Buscetta a Mutolo
di Francesco Licata su La Stampa del 22/10/2006
Nel mandamento dei Lo Piccolo la conferma di un conflitto emerso dalle intercettazioni dell'operazioni Gotha
Scompare un boss, è guerra di mafia
Lupara bianca per Spatola capo della cosca di Tommaso Natale
di Francesco Viviano su L'Espresso del 22/09/2006
La strage di Brescia per uno sgarro alla mafia
Il procuratore Tarquini: movente del triplice delitto la spartizione del denaro ricavato da false fatturazioni legate a finanziamenti pubblici
di Gabriele Villa su Il Giornale del 16/09/2006

News in archivio

I corpi di Sebastiano Gangi, 30 anni, e Carmelo Anzalone, 43, rinvenuti in una Lancia Ypsilon. Erano scomparsi da ieri
Mafia: trovati due cadaveri nel catanese uccisi a colpi d'arma da fuoco
su La Repubblica del 21/09/2006
su Adnkronos del 05/07/2006
 
Cos'è ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2017
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0