Da Ansa del 12/10/2006
Originale su http://www.ansa.it/ambiente/notizie/notiziari/inquinamento/20061012155...

Ambiente: Crutzen, decenni per rigenerare stato ozono

BERGAMO - ''Viviamo in un'era geologica pesantemente condizionata dalla presenza e dal comportamento dell'uomo''. A dirlo e' Paul Crutzen, lo scienziato olandese premio Nobel per la chimica nel 1995, in questi giorni in Italia dove ieri sera ha tenuto una conferenza, nell'ambito di Bergamo Scienza, sullo studio del clima e dell'inquinamento atmosferico sulla Terra. Premiato undici anni fa per aver contribuito con i suoi studi alla comprensione del buco dell'ozono, Crutzen ha lanciato un ennesimo allarme sullo stato di salute dell'atmosfera. E anche a fare il possibile per rimediare, sostiene, ci vorranno alcuni decenni ''forse fino al 2050'', per restituire lo strato di ozono alla situazione precedente ai danni creati. ''L'uomo come fattore erosivo'', cosi' lo ha definito Crutzen, tanto che oggi lo scienziato propone di chiamare ''antropocene'' l'era in cui viviamo. Consumo energetico, urbanizzazione, spreco di risorse idriche: sono soltanto alcuni dei fattori che stanno rischiando di mettere a repentaglio la salute del pianeta, afferma Crutzen. Un esempio su tutti: ''Lo strato di carbone nero che si deposita sui ghiacciai dell'Himalaya - dice - provoca lo scioglimento delle nevi, facendo di questa regione una zona molto instabile del pianeta''. Un problema gravissimo, per contrastare il quale il chimico olandese ha ribadito l'importanza di cercare soluzioni alternative all'utilizzo di combustibili fossili per la produzione di energia, ''da cui oggi - sottolinea - siamo ancora troppo dipendenti''. ''Serve trovare al piu' presto delle alternative - continua -. A livello di studio, sono numerosi gli istituti anche italiani che contribuiscono oggi ad accrescere le nostre conoscenze, ma trovare soluzioni per risolvere il problema non e' affatto facile. E' necessario pero' l'impegno di tutti: dobbiamo capire che possiamo porre un rimedio agendo anche a livello di singolo cittadino, senza aspettare che i politici risolvano i problemi per noi''. La situazione, secondo Crutzen, e' grave ma non ancora catastrofica, sebbene negli ultimi 40 anni l'incremento dell'anidride carbonica nell'atmosfera sia aumentata del 30%, facendo accrescere in maniera esponenziale il cosiddetto effetto ''green house'' (l'effetto serra). ''Non bisogna sprecare risorse - dice Crutzen - e nel contempo dobbiamo lavorare allo sviluppo di tecnologie pulite''. A meta' degli anni Ottanta gli studi di Crutzen hanno determinato una prima inversione di tendenza dell' immissione nell'atmosfera dei cloro-fluoro-carburi, responsabili dell'apertura del buco nell'ozono. ''Oggi il trend e' positivo - osserva lo scienziato -, ma ci vorranno ancora alcuni decenni, forse fino al 2050, prima che lo strato di ozono possa rigenerarsi completamente''. L'uomo potra' dunque essere il solo protagonista della salvezza del pianeta, ''anche se - conclude Crutzen - le sfide da vincere sono ancora tante''.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Sono molti gli animali che mutano le loro abitudini per via delle trasformazioni dell'habitat. Scienziati Usa hanno decretato l'inizio della sesta estinzione sulla Terra, la prima provocata dall'uomo
Attenti alla rana: è la spia che il clima cambia
Il suo organismo vittima dell'effetto serra. Alcune specie di anfibi a rischio estinzione
di Antonio Cianciullo su La Repubblica del 09/10/2006

News in archivio

Ambiente: australiani pronti a pagare per ridurre l'effetto serra
Una stragrande maggioranza di elettori conservatori chiedono che l'Australia firmi il protocollo di Kyoto
su ITNews del 08/11/2006
I dati dell'Organizzazione meteorologica mondiale
Ambiente: gas serra record, Protocollo di Kyoto inutile
L'anidride carbonica ha raggiunto nel 2005 le 379,1 parti per milione, con un incremento dello 0,5% in un solo anno
su Corriere della Sera del 03/11/2006
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2019
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0