Da Agi del 26/09/2006

Mafia: arresti Palermo, riciclati a Saint Vincent milioni euro

Da un giro di bische clandestine e di usura, gestito col benestare della mafia, a un gioco grande, molto piu' grande: grazie a indagini tradizionali, a intercettazioni telefoniche e ambientali e alla collaborazione del pentito Francesco Campanella, la Direzione investigativa antimafia di Palermo ha messo le mani su un riciclaggio in grande stile. Decine di milioni di euro appartenenti a Cosa Nostra venivano movimentati da disoccupati, sulla carta nullatenenti o nullafacenti: epicentro dell'operazione il Casino' de La Valle'e di Saint Vincent, utilizzato dai clan di Villabate e Santa Maria di Gesu' come una specie di lavanderia in cui 'ripulire' il denaro sporco. Due coniugi dal reddito quasi inesistente, da soli, hanno movimentato due milioni di euro fino al 2002, altrettanti fino al 2004. Un disoccupato, un milione 195 mila euro nel 2003 e 955 mila l'anno dopo. Tredici arresti sono stati eseguiti nella notte su ordine del gip Vincenzina Massa, che in 547 pagine di ordinanza ha accolto quasi del tutto la richiesta dei pubblici ministeri Giuseppe Pignatone, Maurizio de Lucia e Ambrogio Cartosio. Ordinate numerose perquisizioni in varie localita'. Uno solo degli arrestati ha ottenuto i domiciliari, per gli altri e' stata ordinata la custodia in carcere.

Indagati a piede libero anche due dipendenti del Casino' valdostano: si tratta di Leo Duroux, capo dell'Ufficio fidi, e di Renato Pan, addetto all'ufficio assegni. Il giudice non ha ritenuto che nei loro confronti vi fossero gravi indizi, nonostante una serie di elementi di sospetto indicati dai magistrati dell'accusa. Ordinato anche il sequestro di conti correnti, denaro liquido, automobili di grossa cilindrata.

Riciclaggio aggravato, concorso esterno in associazione mafiosa, usura, violazione delle normative antiriciclaggio i reati contestati a vario titolo agli indagati. Il Casino' come struttura e' risultato estraneo al reimpiego del denaro di provenienza illecita e anzi alcuni dirigenti, a partire dal 2004, hanno adottato contromisure per evitare che il riciclaggio continuasse, collaborando con gli inquirenti. Ma nel corso dell'indagine sono emerse presunte complicita' e connivenze a vari livelli, dai cassieri che avrebbero violato le normative antiriciclaggio in cambio di cospicue mance, ai dirigenti che avrebbero dato consigli ai danarosi clienti isolani, che avrebbero cercato di conservare a dispetto dei sospetti che andavano emergendo.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Nel mandamento dei Lo Piccolo la conferma di un conflitto emerso dalle intercettazioni dell'operazioni Gotha
Scompare un boss, è guerra di mafia
Lupara bianca per Spatola capo della cosca di Tommaso Natale
di Francesco Viviano su L'Espresso del 22/09/2006
Carcere duro, il Grand Hotel della mafia
I boss dietro le sbarre: da Buscetta a Mutolo
di Francesco Licata su La Stampa del 22/10/2006
La strage di Brescia per uno sgarro alla mafia
Il procuratore Tarquini: movente del triplice delitto la spartizione del denaro ricavato da false fatturazioni legate a finanziamenti pubblici
di Gabriele Villa su Il Giornale del 16/09/2006

News in archivio

Mafia: maxi blitz a Messina
L'operazione all'alba di questa mattina
su La Stampa del 19/10/2006
In manette è finito anche l'ex pentito Giovanni Pellegriti
Mafia: 9 fermi a Catania, sventato omicidio
Arrestati i membri di un clan emergente di Adrano: progettavano un nuovo delitto
su Corriere della Sera del 17/10/2006
 
Cos'è ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2017
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0