Da Nuova Agenzia Radicale del 21/09/2006
Originale su http://www.quaderniradicali.it/agenzia/index.php?op=read&nid=10487

Iraq: due condanne a morte per omicidio

Due iracheni sono stati condannati a morte in Iraq il 29 maggio in relazione a un fallito attentato contro strutture militari della Corea del Sud, rendono noto funzionari sud-coreani e curdi.

Nel maggio 2005, i due avrebbero sparato quattro razzi contro il campo della Divisione sud-coreana Zaytun, nella città di Irbil, situata nel Kurdistan iracheno.

Arrestati due mesi dopo dalle autorità curde, avrebbero confessato.

“Le esplosioni sono avvenute vicino al campo, non dentro. Non ci sono state vittime sud-coreane”, ha detto un ufficiale della Corea del Sud, chiedendo di rimanere anonimo considerata la natura riservata dell’informazione. La Corea del Sud aveva imposto un veto sulla diffusione di notizie relative all’accaduto.

I due uomini condannati a morte apparterrebbero all’organizzazione terroristica Ansar Alsunna.

Sempre nel Kurdistan iracheno, Regione autonoma nel nord del paese, la settimana scorsa il Parlamento locale ha approvato all’unanimità l’uso della pena di morte, abolendo l’articolo 11 della legge n° 22 del 2003 (del Parlamento del Kurdistan iracheno) che vietava l’uso della pena capitale.

Il Ministero per i Diritti Umani del Kurdistan iracheno ha espresso rammarico per il ritorno all’applicazione della pena di morte. Nel comunicato diffuso dal Ministero, l’applicazione della pena capitale viene definita come “incivile”. Lo stesso Ministero assicura che prenderà iniziative per modificare la legge, al fine di preservare “i connotati di civiltà e democrazia che il Kurdistan conosce da anni”.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

La condanna di Saddam un grave errore. Con l'Iraq pronto ad infiammarsi
Il processo senza giustizia con un verdetto farsa
di Antonio Cassese su La Repubblica del 06/11/2006
Dibattiti a due mesi dal verdetto nei confronti del dittatore iracheno, mondo cattolico e intellettuali americani si interrogano:«la condanna capitale e’ vera giustizia?»
L’appello del Vaticano: «No alla pena di morte per Saddam Hussein»
Il cardinale Poupard: «Sul rispetto della vita la Chiesa non fa nessuna eccezione»
di Francesca Sforza su La Stampa del 22/06/2006
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2022
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0