Da Reuters del 23/07/2006
Originale su http://today.reuters.it/news/newsArticle.aspx?type=topNews&storyID...

Staminali: Ue affronta nodo del divieto di fondi per ricerca

BRUXELLES - L'Unione Europea potrebbe impedire questa settimana che i fondi comunitari siano impiegati per la ricerca che utilizza cellule staminali embrionali, pochi giorni dopo che il presidente Usa George W. Bush ha posto il veto ad un allargamento di questa pratica negli Stati Uniti.

Da domani i ministri dei 25 paesi Ue cercheranno un accordo sul programma di ricerca da 51 miliardi di euro per il periodo 2007-2013, che ha l'obiettivo di colmare la distanza che separa l'Ue dagli Usa e promuovere la crescita economica.

Uno dei nodi è la ricerca che utilizza cellule staminali di origine embrionale.

Le cellule staminali hanno la capacità di cambiare in qualsiasi tipo di cellula del corpo umano e possono essere ricavate dagli embrioni o dagli adulti per sviluppare medicinali o curare parti del corpo.

Le cellule staminali più promettenti sono quelle provenienti da embrioni umani molto giovani eliminati dai trattamenti per la fecondazione assistita. L'estrazione delle cellule comporta la distruzione dell'embrione.

La Chiesa e alcuni attivisti hanno protestato contro l'uso degli embrioni umani, mentre gli scienziati sostengono che questi siano cruciali.

Nell'ultimo mese, il parlamento Ue si è accordato per usare una parte dei fondi Ue per la ricerca sulle staminali embrionali e adulte sotto strette condizioni.

L'opposizione di Germania, Austria, Polonia, Slovenia, Slovacchia, Lussemburgo, Lituania e Malta sembra possa bastare a ritardare l'accordo sull'intero programma di ricerca, dicono i diplomatici.

"Il programma scientifico dell'Ue non deve essere usato per dare incentivi di natura economica per uccidere embrioni", ha detto il ministro della Ricerca tedesco, Annette Schavan, in una lettera letta da Reuters.

Spagna, Belgio, Svezia e Gran Bretagna sostengono questo tipo di ricerca e un ritardo potrebbe lasciare progetti senza fonti a partire da gennaio.

Mercoledì scorso, Bush ha posto il suo primo veto alla legge per espandere la ricerca sulle cellule staminali embrionali e questo lo ha messo in contrasto con gli scienziati Usa, con la maggior parte dell'opinione pubblica e con alcuni repubblicani, ma ha soddisfatto le richieste dei gruppi anti-aborto.

Sullo stesso argomento

 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0