Da Comunità di Sant'Egidio del 06/06/2006
Originale su http://www.santegidio.org/it/amicimondo/colombia/20060606_colombia.htm

Colombia: le recenti alluvioni hanno colpito tanti poveri

Gli aiuti della Comunità di Sant'Egidio

In Colombia da più di un mese si susseguono piogge torrenziali e alcune regioni (Valle del Cauca, Bolívar, Eje Cafetero, Cundinamarca, Cauca e Nariño) sono state dichiarate in stato d’allerta dall’Ufficio Nazionale di Prevenzione dei Disastri. Ci sono state alcune vittime e si calcolano almeno 10.000 sfollati.

Secondo l’Ufficio Nazionale di Prevenzione dei Disastri e le previsioni dell’Istituto di Idrologia, Meteorologia e Studi Ambientali, le piogge continueranno nei prossimi mesi.

Alcune zone dovranno essere evacuate, soprattutto le case delle famiglie che abitano in prossimità di fiumi che potrebbero straripare. Molte zone di questo paese non sono assolutamente preparate a fronteggiare l’emergenza: per cause naturali, per la situazione che deriva dal conflitto interno e per i recenti cambiamenti climatici, sono continuamente sottoposte a calamità. Molte persone vivono in zone “a rischio” vicino alla costa o a corsi d’acqua sprovvisti di argini, in casette costruite senza norme di sicurezza.

Interi quartieri di Cali, dove la Comunità di Sant’Egidio ha aperto da alcuni anni la “Scuola della Pace”, sono stati costruiti in burroni scoscesi o sulla riva del fiume, abitati da famiglie sfollate a causa del conflitto armato. Le case dei più poveri sono semplici di teli di plastica, di legno o di cartone, senza pavimenti ne' fognature. L’acqua ha allagato molte case e a volte la pioggia e il forte vento hanno fatto volare i fragili tetti.

In questo difficile frangente la Comunità di Sant’Egidio di Cali ha organizzato delle raccolte nelle scuole e nelle parrocchie per distribuire aiuti. Molti si sono mobilitati per aiutare.

Qualche giorno fa un camion con vestiario, cibo e coperte è partito alla volta di Buenaventura, una località dove una frana ha travolto e cancellato un intero villaggio. Il vescovo di Buenaventura ha ringraziato molto la Comunità per questo aiuto.

Anche a Bogotà la Comunità ha organizzato una raccolta e gli aiuti sono stato consegnati alla Croce Rossa per la distribuzione nelle zone più colpite e inaccessibili.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Il boom delle mine
Nel 2005, 7.328 persone sono state mutilate e uccise dalle mine: l'11% in più dell'anno prima
di Enrico Piovesana su Peace Reporter del 02/10/2006
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0