Da Ansa del 12/07/2006
Originale su http://www.ansa.it/ambiente/notizie/notiziari/unione/20060712100633987...

Energia: diesel da biomasse? Macchina da 12mila litri a giorno

ROMA - Produrre fino a 12.000 litri al giorno di diesel puro con qualsiasi tipo di materiale organico attraverso un unico macchinario. Potrebbe essere questa la risposta per mettere a punto il potenziale italiano nelle agro-energie, uno dei capitoli cardine nel Dpef agricolo. A far intravedere un futuro in questo settore e' il Sottosegretario al Ministero delle Politiche Agricole, Stefano Boco che, in un'intervista all'Ansa anticipa l'asso nella manica che verra' presentato al Tavolo convocato a settembre con i rappresentanti della filiera bioenergetica, dai petrolieri ai produttori agricoli. ''Abbiamo attraversato una stagione di grandi sogni che ora dobbiamo realizzare, analizzando il potenziale che abbiamo in Italia. Non esiste alcuna pozione magica che ci faccia scoprire sterminati bacini sotterranei di idrocarburi, ma ci sono nuove tecnologie per la produzione di diesel da materiale organico che stiamo studiando attentamente in modo da programmare le prossime mosse''. In cosa consiste esattamente questo macchinario? ''E' la prima tecnologia al mondo in grado di convertire praticamente qualsiasi materiale organico in diesel puro attraverso un unico sistema, il Kdv, sviluppato in Germania, ma prodotto e distribuito in esclusiva da una societa' italiana. Materie prime di base sono per esempio gli scarti vegetali, sia legnosi che agricoli e quindi colza, girasole, barbabietola, e poi oli esausti vegetali e minerali, grassi e deiezioni animali, fanghi di risulta dalla depurazione delle acque. Il risultato e' un diesel a basso costo, di altissima qualita' e quindi le emissioni prodotte dalla combustione risultano molto ridotte. Si tratta di un sistema anche manegevole: il modello base occupa una superficie di circa 15 metri per 6 e un'altezza massima di 13,5 metri dalla base, con un costo compreso tra i 2,5 e i 3,5 milioni di euro''. Il sottosegretario avverte:''Occorre essere prudenti prima di cantare vittoria. Si tratta di un buon esempio da prendere in considerazione, ma intendo fare prima un attento esame scientifico, tecnico e politico di questa tecnologia e metterla in rete con cio' che gia' esiste, dal biogas al biodiesel e via dicendo. Certo, il potenziale e' straordinario, ma voglio prendere ancora tempo in vista del Tavolo. Prima di dare la benedizione a nuovi sistemi bisogna conoscerli a fondo, per questo abbiamo gia' fatto sopralluoghi con tecnici ed esperti''. Ma l'Italia puo' essere davvero autosufficiente per quanto riguarda la capacita' produttiva di bioenergie? ''Il futuro dell'agricoltura italiana continua ad essere legato alle produzioni di qualita' e le agroenergie sono un settore che sara' importantissimo, ma che va visto in correlazione ad un potenziale massimo, a una vera filiera organizzata. Una cosa e' certa: non si possono fare agro energie importando olio di cocco e legname del sud del mondo. La vera sfida e' capire se siamo autosufficienti, ma penso che con la dovuta preparazione, lo possiamo essere. Inutile costruire un meccanismo, se poi non funziona; la sfida oggi e' costruire una cinghia di trasmissione in tutto il mondo delle energie rinnovabili e delle agronergie. Ecco perche' lo studio di nuove brevetti ci apre scenari diversi e affascinanti. Ripeto, la pentola magica non esiste, il nostro compito e' arrivare a settembre con delle risposte organiche''. Come sara' strutturato questo Tavolo? ''Il ruolo del ministero e' mettere insieme tutti i rappresentanti della filiera agro energetica. Sono certo che a settembre saremo in grado di dare delle risposte organizzative da mettere in pratica. La domanda e l'offerta, parte integrante del nostro Paese, sono obbligate ad incontrarsi per sposarsi nell'interesse del Paese.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Biocarburanti, la risposta all'aumento del petrolio
A Vegetalia sarà presentata una pianta coltivata per gli impianti energetici
su Italia Oggi del 18/01/2006

News in archivio

Italia: «L´ecoenergia, business del futuro»
Il ministro delle politiche agricole: «Puntiamo sulle biomasse, rendono molto di più di mais e girasole»
su Greenreport del 28/07/2006
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2019
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0