Da Reuters del 30/03/2006
Originale su http://today.reuters.it/news/newsArticle.aspx?type=topNews&storyID...

Iran: grandi potenze fanno pressione su programma nucleare

BERLINO - Le grandi potenze hanno detto oggi all'Iran che deve adeguarsi alla richiesta dell'Onu di limitare il proprio programma nucleare, rischiando in caso contrario di trovarsi isolato, ma Teheran si è rifiutata di cambiare posizione.

Il Regno Unito ha dichiarato che l'Iran potrebbe essere colpita da sanzioni Onu se non sospenderà il processo di arricchimento dell'uranio, un'attività che può produrre carburante sia per le centrali elettriche che per fabbricare una bomba atomica.

L'Iran, che afferma di volere soltanto l'energia nucleare a scopi civili, ha respinto una "dichiarazione presidenziale" approvata ieri dal Consiglio di Sicurezza dopo lunghe discussioni, in cui si chiede a Teheran di congelare le attività di arricchimento e un rapporto della Iaea -- l'agenzia sul nucleare delle Nazioni Unite -- sul rispetto di queste condizioni da parte dell'Iran.

"L'Iran deve decidere fra un isolamento autoimposto attraverso il proseguimento delle attività di arricchimento... o un ritorno al tavolo delle trattative", ha detto il ministro degli Esteri tedesco, Frank-Walter Steinmeier, ai giornalisti.

Il ministro degli Esteri britannico, Jack Straw, ha dichiarato che il Consiglio di Sicurezza potrebbe approvare una risoluzione giuridicamente vincolante se l'Iran non si adeguerà alla dichiarazione presidenziale -- che non è vincolante -- aprendo la strada a future misure contro la Repubblica Islamica.


ELBARADEI: SANZIONI UNA "CATTIVA IDEA"

I membri del Consiglio di Sicurezza dell'Onu e la Germania hanno discusso oggi a Berlino cosa fare davanti al programma nucleare iraniano, con Mosca e Pechino che vogliono assicurazioni sul fatto che non verrà usata la forza contro Teheran mentre il segretario di Stato Usa Condoleezza Rice dice che occorre fare pressioni sull'Iran per l'uranio e tornare ai negoziati.

Ieri il Consiglio di Sicurezza ha adottato all'unanimità una "dichiarazione presidenziale" che chiede all'Iran di congelare il programma di arricchimento dell'uranio.

Nel documento dell'Onu si chiede anche un rapporto in 30 giorni dall'agenzia Onu per il nucleare sulla collaborazione dell'Iran alle richieste dell'agenzia.

Il capo della Iaea Mohamed ElBaradei ha detto oggi a Doha che imporre sanzioni all'Iran è "una cattiva idea". "Non siamo davanti a una minaccia imminente", ha proseguito ElBaradei.

"Il mio messaggio all'Iran è: la comunità internazionale sta diventando impaziente e dovete rispondere fornendomi informazioni", ha proseguito ElBaradei.

I membri del Consiglio di Sicurezza hanno discusso a lungo sull'approvazione di un testo per settimane, con Mosca e Pechino che non hanno appoggiato i tentativi degli altri membri permanenti del Consiglio di Sicurezza di minacciare sanzioni per rendere più incisiva la richiesta di sospensione, e hanno insistito per continuare i negoziati.

La Cina ha fatto sapere oggi da parte sua che c'è ancora spazio per una soluzione diplomatica all'impasse tra Iran e Occidente sulle ambizioni nucleari di Teheran.

Sullo stesso argomento

News in archivio

Bush: ''Una ristretta elite religiosa tiene in ostaggio il Paese''
Per analisti russi l'Iran avrà armi nucleari entro il 2011
Lo sostiene un think tank vicino al Cremlino. L'Ue torna a chiedere che l'arricchimento dell'uranio venga sospeso ''per poter dialogare con calma''
su Adnkronos del 03/03/2006
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2019
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0