Minima criminalia. Storie di carcerati e carcerieri

Edito da Manifestolibri, 2006
126 pagine, € 14,00
ISBN 8872854377

di Giancarlo De Cataldo

Quarta di copertina

Si fa presto a dire carcere. Sotto gli occhi di Giancarlo De Cataldo, scrittore con vocazione di giallista e giovane magistrato che varca "quel" portone armato di buonissime e democratiche intenzioni, il carcere si rivela ben presto un infernaccio dove, ahimé, nessuno o quasi vuole farsi redimere. Tantomeno da lui, "giudice di sorveglianza", vale a dire custode depositario dei diritti civili dei carcerati, ultimo di rango tra i notabili, destinato ben presto a veder confliggere la dura lezione con le volontà riformatrici e libertarie che insiste tenacemente a perseguire. Tra errori, equivoci, beffe e un solido, sorridente pessimismo della ragione, e con l'aria di raccontare una serie di suggestive "storie di vita", in brevi capitoli che si leggono d'un fiato, De Cataldo costruisce in realtà una sorta di antimanuale della giustizia italiana: ovvero tutto quello che lo stato e la società civile non devono fare, se vogliono cambiare le regole del gioco. Scritto con una curiosità e una simpatia per questa umanità invisibile, rissosa, malmenata, coatta, che sopravvive a ogni perdita di illusioni e continua, anzi, a porre il problema della vera natura della cosiddetta normalità, Minima criminalia, solleva però un problema squisitamente politico, che interessa chiunque si occupi di carcere, droga, rieducazione, comunità terapeutiche: è possibile, in definitiva, rieducare? E che significa proporsi questo obiettivo nel carcere, quando "all'esterno" si spegne ogni solidarietà e aspirazione al cambiamento, a favore dell'indiividualismo e della riduzione di fatto della libertà?

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

I detenuti in Italia sono quasi 60 mila, tra cui 50 bimbi con meno di 3 anni
Il 27% dei carcerati è tossicodipendente
Extracominutario il 33% della popolazione carceraria. Le donne sono il 4,7%. I malati di Aids sono il 2,5% ufficiali, ma il triplo reali
su Corriere della Sera del 01/03/2006

News in archivio

«La Camera può votarlo in tempi rapidissimi, prima della chiusura estiva»
Italia: Bertinotti «L'indulto è una priorità assoluta»
«Non si vive in maniera umana nelle carceri italiane: pensiamo quanto drammaticamente possano subire questo caldo torrido»
su Corriere della Sera del 24/07/2006
Burundi: da bambini soldato a bambini carcerati
Il dramma degli ex piccoli combattenti delle Forze Nazionali di Liberazione nelle carceri burundesi
su Agenzia Fides del 21/06/2006
 
Cos'è ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2018
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0