Bernardo Provenzano. Il ragioniere di Cosa Nostra

Edito da Rubbettino, 2006
200 pagine, € 12,00
ISBN 8849815085

di Ernesto Oliva, Salvo Palazzolo

Quarta di copertina

L'11 aprile 2006 si è conclusa una lunga fase della storia della mafia in Italia: quella contrassegnata dalla latitanza di Bernardo Provenzano, durata ben 43 anni grazie a un'incredibile rete di complicità e connivenze che attende ancora di essere svelata. Così come sono ancora avvolti nel mistero le strategie, gli accordi e le amicizie eccellenti che hanno permesso al capomafia di Corleone di imporsi ai vertici dell'organizzazione criminale siciliana di cui, dopo la cattura di Totò Riina, ricopriva il ruolo di capo indiscusso. Killer con Luciano Liggio in gioventù, stragista tra la fine degli anni Ottanta e i primi anni Novanta, soprannominato il ragioniere e presentato come lo stratega e il garante della pax mafiosa , Bernardo Provenzano è stato senza dubbio un uomo per tutte le stagioni , una specie di Fregoli mafioso (come lo definiscono con amara ironia gli autori di questo saggio), un capomafia di larghe intese che, dopo la stagione delle stragi Falcone e Borsellino, si è addossato il compito di traghettare Cosa nostra in una nuova epoca di mediazione con i poteri politici ed economici.
Di lui si sa ancora molto poco, troppo poco. I due giornalisti Ernesto Oliva e Salvo Palazzolo, veri esperti del personaggio (che hanno persino realizzato un sito Internet interamente dedicato a Provenzano), sono gli autori di questa prima biografia dell'ex primula rossa di Corleone che raccoglie tutto il materiale conoscitivo, sia giudiziario sia giornalistico, fino ad ora disponibile su di lui, un libro aggiornato agli ultimissimi avvenimenti della cattura che ne restituisce un attento ritratto e sollecita non pochi interrogativi, innanzitutto su chi ha coperto la sua latitanza e su quale futuro attenda Cosa nostra. Competente e dettagliato, il dossier di Oliva e Palazzolo cerca di ricostruire la complicatissima mappa di manovre, delitti, traffici e alleanze in cui Provenzano fu coinvolto nella sua lunga carriera, senza dimenticare la sua vita privata, il suo legame con i familiari, la compagna Saveria Benedetta Palazzolo e i due figli. Sono pagine fitte di avvenimenti, date e nomi di capimafia, politici, pentiti e vittime che hanno fatto la storia degli ultimi anni: da Salvo Lima a Vito Ciancimino, da Giulio Andreotti a Dell'Utri, da Carlo Alberto Dalla Chiesa a Pio La Torre, da Pino Lipari ad Antonino Giuffrè. E poi i traffici con gli appalti delle imprese di costruzioni, smaltimento rifiuti e sanità su cui Provenzano creò il suo impero economico e la nuova mafia, la Cosa nuova collusa con politici, amministratori locali imprenditori e professionisti.
Con la cattura del ragioniere si chiude dunque una pagina sanguinosa della storia mafiosa. Questo libro fornisce molti spunti interessanti per comprenderla attraverso la figura di un protagonista di primo piano, di cui gli investigatori stanno ancora ricostruendo il vero volto.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Carcere duro, il Grand Hotel della mafia
I boss dietro le sbarre: da Buscetta a Mutolo
di Francesco Licata su La Stampa del 22/10/2006
Nel mandamento dei Lo Piccolo la conferma di un conflitto emerso dalle intercettazioni dell'operazioni Gotha
Scompare un boss, è guerra di mafia
Lupara bianca per Spatola capo della cosca di Tommaso Natale
di Francesco Viviano su L'Espresso del 22/09/2006
La strage di Brescia per uno sgarro alla mafia
Il procuratore Tarquini: movente del triplice delitto la spartizione del denaro ricavato da false fatturazioni legate a finanziamenti pubblici
di Gabriele Villa su Il Giornale del 16/09/2006

News in archivio

Mafia: maxi blitz a Messina
L'operazione all'alba di questa mattina
su La Stampa del 19/10/2006
In manette è finito anche l'ex pentito Giovanni Pellegriti
Mafia: 9 fermi a Catania, sventato omicidio
Arrestati i membri di un clan emergente di Adrano: progettavano un nuovo delitto
su Corriere della Sera del 17/10/2006

Uno sguardo alla storia

Articoli in archivio

Relazioni occulte dietro i delitti I segreti del «codice Provenzano»
L'analisi dei pizzini del boss in un libro del pm Prestipino «Ma c'è un mondo sommerso ancora tutto da scoprire»
di Giovanni Bianconi su Corriere della Sera del 08/03/2007
I verbali sul covo raccontano una latitanza dorata
Cachemire e giacca di seta l´inventario di Provenzano
Dai beauty case alle posate, smentita l´immagine del bandito-pastore
di Attilio Bolzoni su Corriere della Sera del 31/01/2007

Notizie in archivio

MAFIA: PROVENZANO, ABUSIVO IL COVO DEL BOSS A CORLEONE
E' STATO ACCERTATO NEL SOPRALLUOGO DI OGGI DAI TECNICI COMUNALI
su Adnkronos del 27/06/2006
 
Cos'è ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2017
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0