Due anni e mezzo di lavoro per arrivare ad un testo condiviso. Sulla formula del voto a maggioranza qualificata i problemi maggiori

Fra veti, scontri e divisioni la Costituzione diventa realtÓ

Documento aggiornato al 30/01/2006

Approfondimenti / DOSSIER


 
I 25 Stati membri siglano a Roma il Trattato
L'Europa firma la Costituzione

L'Europa ha firmato la sua Costituzione. I rappresentanti dei 25 Stati membri hanno siglato il Trattato che, una volta ratificato dai governi nazionali, sancirÓ diritti doveri e regole dei cittadini dell'Unione Europea.
ROMA - Due anni e mezzo per giungere alla elaborazione del testo finale. Queste le principali tappe che hanno preceduto l'approvazione della Costituzione europea.

14-15 DICEMBRE 2001: CONSIGLIO EUROPEO DI LAEKEN. Nel castello alle porte di Bruxelles viene approvata la "dichiarazione di Laeken" che istituisce la Convenzione, incaricata di preparare una bozza di Costituzione europea. Diventa realtà una proposta avanzata al Consiglio di Nizza da Romano Prodi, sulla base dell'esperienza fatta dal Parlamento europeo per realizzare la carta dei diritti fondamentali. A Laeken vengono nominati il presidente della Convenzione, l'ex presidente francese Valery Giscard d'Estaing, e i due vicepresidenti, l'ex premier italiano Giuliano Amato e l'ex primo ministro belga Jean-Luc Dehaene.

28 FEBBRAIO 2002: INIZIO DEI LAVORI DELLA CONVENZIONE. Si tiene nella sede del Parlamento europeo, a Bruxelles, la riunione costitutiva della Convenzione nella quale sono rappresentanti il Parlamento europeo, quelli nazionali, la Commissione e i governi.

13 GIUGNO 2003: APPROVAZIONE DELLA BOZZA DI COSTITUZIONE. A Bruxelles, la Convenzione chiude i suoi lavori approvando per consenso la bozza globale della futura Costituzione europea.

20-21 GIUGNO 2003: CONSIGLIO EUROPEO DI SALONICCO. Al vertice nella città greca, Valery Giscard d'Estaing presenta formalmente ai capi di Stato e di governo il testo della Costituzione approvato dalla Convenzione.

18 LUGLIO 2003: CONSEGNA DEL TESTO. Giscard d'Estaing consegna all'Italia, presidente di turno dell'Ue, il testo definitivo che dovrà essere adottato dalla Cig, la Conferenza intergovernativa.

4 OTTOBRE 2003: LA CIG AL VIA. I capi di stato e di governo riuniti a Roma danno il via alla Cig incaricata di mettere a punto il testo definitivo della Costituzione. Oltre ai governi dei 25 paesi dell'Ue partecipano Parlamento europeo e Commissione.

16-17 OTTOBRE 2003: VERTICE EUROPEO. I capi di Stato e di governo esaminano la bozza. Ci sono molte richieste di modifica, soprattutto da parte di alcuni governi.

12-13 DICEMBRE 2003: VERTICE EUROPEO. I capi leader dell'Ue non raggiungono un accordo sulla Costituzione europea. Ci sono problemi soprattutto sulla formula del voto a maggioranza qualificata e sulla sua applicazione, ma anche sulla composizione della Commissione e su alcuni temi economici. Spagna e Polonia chiedono il ritorno al voto ponderato deciso a Nizza, dall'altro, i piccoli Paesi chiedono un commissario per Paese. Il testimone passa alla nuova presidenza irlandese.

25-26 MARZO 2004: VERTICE EUROPEO. I leader dei paesi dell'Ue si impegnano formalmente a ricercare un accordo per dare all'Unione una Costituzione entro giugno.

17-18 GIUGNO 2004: VERTICE EUROPEO. Dopo due giorni di discussioni, varie mediazioni e una serie di nuove proposte i capi di Stato e di governo dei 25 raggiungono un compromesso sul testo della futura Costituzione europea.
 
Cos'´┐Ż ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono giÓ registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2019
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0