Da WEEK.it del 28/11/2006
Originale su http://www.weekit.it/index.php?option=com_content&task=view&id...

Il VoIp senza fili fa tremare le telecom

Skype si allea con la rete di hot spot spagnoli Fon. È nata dal basso e raccoglie utenti che condividono tra loro le Adsl casalinghe. Ma l’accordo è solo la punta di un iceberg: sotto c’è l’avanzata prepotente delle chiamate a basso costo sulle reti Wi-Fi

di Alessandro Longo

Sta prendendo forma un esercito che potrebbe dare qualche pensiero agli operatori tradizionali di rete mobile. Le truppe si stanno organizzando a forza di accordi, alleanze tra aziende grandi e piccole di Internet e della telefonia. L’obiettivo è quello di portare i servizi VoIp sugli hot spot pubblici Wi-Fi.

VoIp e Wi-Fi: un’accoppiata che permette agli utenti di telefonare in semi-mobilità a prezzi bassi o gratis, ovunque nel mondo. Si evitano così soprattutto i salassi del roaming: un mercato che nel 2005 valeva 8,5 miliardi di euro in Europa e dal quale gli operatori mobili traggono circa il 10 per cento delle entrate. Si risparmia inoltre sulle chiamate a numeri internazionali.

I massimi vantaggi si ottengono quando si parla con altri utenti VoIp: la telefonata è gratis (costo di connessione Wi-Fi a parte) e può essere anche accompagnata dal video.

Finora, il VoIp su Wi-Fi pubblico è come un diamante grezzo: gli operatori Wi-Fi e VoIp vi hanno dedicato poca attenzione. Di recente la situazione si è sbloccata, come dimostra il fluire di offerte e accordi delle ultime settimane.


SKYPE E I FONEROS

La mossa più recente è la triplice alleanza tra Skype, l’operatore Wi-Fi Fon e Smc, che produce telefonini. L’offerta che ne deriva è stata pubblicata sul negozio online di Skype e costa 139 euro, che includono il telefono Wi-Fi Wskp100 di Smc, 500 minuti di traffico SkypeOut, la segreteria Skype gratis per un anno e il router La Fonera di Fon.

L’idea è che l’utente, aderendo all’offerta, avrà gli strumenti base per votarsi al VoIp su Wi-Fi. Potrà chiamare con l’Smc, in mobilità, usando l’account Skype, alle sue solite tariffe, indipendenti dal luogo da cui ci si connette.

Sul display appare la lista dei contatti, potrà fare chat, inviare messaggi, oltre che (video)chiamare. Può sfruttare così, anche in mobilità, i vantaggi aggiuntivi del VoIp.

Per la connessione a Internet, indispensabile per il VoIp, può usare qualsiasi hot spot pubblico oltre a quelli privati a cui ha accesso, in casa e in ufficio. Qui collegherà l’Smc, senza bisogno di computer. In più, se installa sulla propria Adsl il router “La Fonera”, fornito da Fon, entra a far parte della grande community di hot spot. Se poi accetta di condividere gratis la sua Adsl con gli altri utenti Fon potrà accedere senza pagare agli hot spot degli altri foneros.

Così, la chiamata a un altro utente Skype diventerebbe davvero gratis. Va detto, però, che Fon non è sempre trasparente; dichiara che gli utenti registrati sono 100 mila (nel mondo) ma dice quanti siano gli hot spot veramente attivi. Per registrarsi basta collegare per una volta il router e seguire una procedura. Poi, anche se lo si tiene scollegato per giorni, Fon può considerare ancora attiva la registrazione e continuare a indicare la casa tra i propri hot spot.

Ricordiamoci anche che al momento in Italia è illegale condividere così l’Adsl, a causa delle nostre leggi antiterrorismo che obbligano i provider Internet a identificare gli utenti e registrare il traffico. Resta legale accedere agli hot spot Fon come utente non registrato. Ma in tal caso si paga. Le possibilità tuttavia abbonda o, per risparmiare sul prezzo della connessione Wi-Fi, quando si chiama con Skype.


GLI HOT SPOT CRESCONO

È merito di altre alleanze: quella tra Skype, Smc e The Cloud, stretta a ottobre, per esempio. Ne è nato un’offerta che propone di acquistare l’Smc e traffico Skype in un bundle; in cambio si può accedere a tariffe flat create ad hoc da The Cloud, operatore Wi-Fi con 8.500 hot spot in Europa.

L’offerta è già disponibile in Nord Europa; arriverà per gli utenti italiani entro l’inizio del 2007. Skype già dall’anno scorso si è messo in testa di incentivare il VoIp su Wi-Fi; nel 2005 si è accordato infatti con alcuni operatori Wi-Fi internazionali per rendere disponibili, su alcuni hot spot (18 mila) tariffe di connessione scontate a chi la usa per chiamare in VoIp.

Fino a quest’autunno, però, Skype su Wi-Fi era un servizio dalle gambe corte, perché possibile solo su computer e palmari. I primi non sono l’ideale per le telefonate in mobilità; i secondi sono costosi e quindi poco diffusi. Il fenomeno ha ora le carte giuste per crescere, grazie all’arrivo dei primi telefoni Skype che funzionano senza bisogno del pc (oltre all’Smc, ci sono il Netgear, il Belkin, l’Edge-Core). E, dal prossimo anno, grazie alle prime versioni di Skype per cellulari Symbian.

Gli operatori Wi-Fi hanno già fiutato l’affare. Oltre a The Cloud, anche Wayport e Boingo hanno ottimizzato i propri hot spot al VoIp, aggiungendo il supporto ai telefoni.

Tra gli operatori VoIp c’è meno voglia di buttarsi. Perché sono pochi coloro che, come Skype, hanno la forza sufficiente per ottenere accordi di favore con produttori o provider Wi-Fi. Però si distingue l’inglese Mobiboo, con il servizio Tovo, frutto di una recente fusione con Rabbit Point.

È una soluzione proprietaria completa: l’utente acquista un telefono Wi-Fi o un cellulare Gsm/Wi-Fi (marchiati Tovo, prezzi da 99,95 a 169,95 sterline) e può telefonare connettendosi gratis ad alcune decine di migliaia di hot spot nel mondo, gestiti da operatori che hanno stretto accordi con Mobiboo. Tra cui, la stessa The Cloud. Poi ci sono alternative che non si avvalgono di accordi con operatori Wi-Fi. Per esempio, Truphone, che uscirà dalla beta a partire dal 2007: è uno dei primi client VoIp che funzioni con cellulari symbian permettendo di telefonare a qualsiasi numero nel mondo, con tariffe allineate a Skype.

In Italia ci sono alcuni provider Internet che offrono VoIp su palmari Wi-Fi, in soluzioni aperte (su standard Sip) e quindi utilizzabili anche su hot spot pubblici: Elitel, Infracom, Kpn Qwest. Non ha analoghi un’offerta rivolta agli utenti francesi, Twin di Neuf Cegetel.

In 26,90 euro al mese include, su cellulare Wi-Fi, illimitate chiamate da casa e dai 150 mila hot spot di Neuf. In più, c’è nel bundle un’ora e mezza di chiamate via Gsm e, su Wi-Fi, accesso illimitato alla Tv e al portale mobili di Neuf.


I CARRIER ALLA FINESTRA

I principali operatori telefonici hanno evitato per ora di lanciare offerte VoIp su hot spot pubblici. Anche quando hanno servizi fisso-mobili su terminali convergenti, hanno preferito limitare le chiamate al Wi-Fi casalingo.

È il caso Unico di Telecom Italia e gli analoghi servizi di Orange e Deutsche Telekom in Europa. Bt, in Gran Bretagna, per ora continua a offrire Bt Fusion solo su Bluetooth, ma passerà al Wi-Fi nei primi mesi del 2007 e per allora - promette - aggiungerà nel canone dell’offerta anche le chiamate dai suoi hot spot. Per neutralizzare l’accoppiata VoIp e Wi-Fi, per ora le telecom se la prendono con calmacon l’eccezione di 3 che lancerà in vari Paesi (in Italia, in primavera) Skype su Umts a tariffe flat.

Mira così a tenere gli utenti sulla sua rete, perché per loro avrà poco senso usare un hot spot se possono fare VoIp tramite Umts, con maggiore mobilità e a prezzi paragonabili a quelli di una connessione Wi-Fi.

Sempre che riesca a lanciare una tariffa economica anche su Skype in roaming (cosa su cui al momento non c’è chiarezza); altrimenti, almeno dall’estero agli utenti 3 converrà usare il Wi-Fi.

Sullo stesso argomento

News in archivio

Internet: i video online minacciano la tv
Regno Unito, sempre più ore davanti al pc
su TGcom del 27/11/2006
Internet: dove stanno andando i webnauti italiani?
Le ultime tendenze del popolo dei navigatori
su ITNews del 09/11/2006
Stati Uniti: un sito pubblica la ricetta della bomba atomica
Dopo la denuncia del New York Times la pagina web è stata chiusa
su ITNews del 03/11/2006
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2018
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0