Da The Age del 27/10/2006
Originale su http://www.theage.com.au/news/NATIONAL/Muslims-risk-backlash-over-shei...

Muslims risk backlash over sheik row: PM

Australia's Islamic community must resolve the dispute surrounding leading cleric Taj Aldin Alhilali or risk a lasting backlash against Muslims, Prime Minister John Howard says.

Muslim leaders decided not to sack Sheik Alhilali, the mufti of Australia, for comparing women to "uncovered meat" and suggesting women who did not wear the hijab invited sexual assault.

The mufti made the comments to a Ramadan sermon at Lakemba mosque in Sydney.

Mr Howard said the episode was a crucial test for Australia's Muslim community.

"It's not for the government to say who runs a mosque, or who's an archbishop, or who's a rabbi," he told Southern Cross Broadcasting.

"What I am saying to the Islamic community is this: If they do not resolve this matter, it could do lasting damage to the perceptions of that community within the broader Australian community.

"If it is not resolved, then unfortunately people will run around saying `Well the reason they didn't get rid of him is because secretly some of them support his views'."

Mr Howard said he could not sack the mufti because Australia was a secular country that observed the separation of church and state.

However, he did not want the Islamic community to be an object of "criticism and derision".

"We who are not of that faith have an obligation to embrace them and to treat them as part of our community," he said.

"They have an obligation to understand that it is an exercise in self-discipline for them to deal with these sorts of issues."

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Oggi l'incontro tra il governo e le organizzazioni musulmane. Chiesta l'adesione ai principi di pace, libertà individuale e parità
Amato presenta la Carta dei valori primo test per la Consulta islamica
Il gruppo più radicale minaccia di non firmare: "È un atto discriminatorio"
di Marco Politi su La Repubblica del 03/10/2006

News in archivio

Ambiente: australiani pronti a pagare per ridurre l'effetto serra
Una stragrande maggioranza di elettori conservatori chiedono che l'Australia firmi il protocollo di Kyoto
su ITNews del 08/11/2006

In biblioteca

di Luca Mozzati
Mondadori, 2009
di Amos Oz
Feltrinelli Editore, 2009
di Yahyâ S. Y. Pallavicini
BUR Biblioteca Universale Rizzoli, 2007
 
Cos'è ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2017
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0