Da Corriere della Sera del 01/03/2006
Originale su http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2006/03_Marzo/01/carceri.shtml

I detenuti in Italia sono quasi 60 mila, tra cui 50 bimbi con meno di 3 anni

Il 27% dei carcerati è tossicodipendente

Extracominutario il 33% della popolazione carceraria. Le donne sono il 4,7%. I malati di Aids sono il 2,5% ufficiali, ma il triplo reali

ROMA - I detenuti nelle carceri italiane sono 59.523, di questi 16.185 (pari al 27,2%) sono tossicodipendenti. I dati sono stati forniti dal dipartimento affari penali (Dap) al convegno «La salute in carcere». Secondo il Dap gli extracomunitari detenuti sono 19.836 pari al 33% della popolazione carceraria. Le donne recluse sono 2.804 (4,7%) e tra di loro vi sono anche 50 bambini con meno di 3 anni («Per le mamme di questi bambini non si sono trovati dei fondi per l’applicazione di pene alternative», ha detto il deputato Ds Anna Finocchiaro).


AIDS TRIPLO DEL REALE - Dei detenuti, 21.662 sono in custodia cautelare (36,4%), mentre 37.861 scontano la pena definitiva (63,6%). Secondo il Dap ci sono 1.525 persone malate di Hiv (2,5%). In realtà, ha spiegato Sebastiano Ardita, direttore generale del trattamento dei detenuti del Dap, i malati di Aids sarebbero almeno il triplo di quelli che risultano in maniera ufficiale. Questo perché il test sull'Hiv è facoltativo e almeno due terzi dei detenuti tossicodipendenti rifiutano di sottoporsi all'analisi specifica. Inoltre un detenuto su cinque soffre di disagio psichico.


CASTELLI: «I CARCERATI SONO CURATI» - «Questo governo ha sempre avuto a cuore la salute in carcere», ha scritto il ministro della Giustizia Roberto Castelli in un messaggio inviato ai promotori del convegno. «L'assistenza sanitaria ai detenuti è sempre stata garantita ponendo particolare attenzione verso i soggetti più disagiati, cercando di prevenire le malattie attraverso numerosi programmi d'azione».

«Il carcere dovrebbe prevedere un'area sanitaria completamente diversa dall'attuale e la riduzione del numero dei pazienti gravi porterebbe immediati e forti benefici a tutti gli altri», ha detto il criminologo Francesco Bruno. Nel 2005 i detenuti che si sono tolti la vita sono stati 57.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Berlusconi et les juges : exaspération réciproque
A l'approche des élections générales du 9 avril, la polémique entre le président du Conseil et les magistrats ne faiblit pas.
di Christine Fauvet-Mycia su Le Figaro del 29/03/2006
Lite con l'Olanda: Giovanardi rilancia, Fini frena
La Farnesina: offensivo parlare di nazismo. Casini difende il collega di partito: è giusto urlare contro l'eutanasia
di Gianna Fregonara su Corriere della Sera del 20/03/2006

News in archivio

«La Camera può votarlo in tempi rapidissimi, prima della chiusura estiva»
Italia: Bertinotti «L'indulto è una priorità assoluta»
«Non si vive in maniera umana nelle carceri italiane: pensiamo quanto drammaticamente possano subire questo caldo torrido»
su Corriere della Sera del 24/07/2006
Burundi: da bambini soldato a bambini carcerati
Il dramma degli ex piccoli combattenti delle Forze Nazionali di Liberazione nelle carceri burundesi
su Agenzia Fides del 21/06/2006
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2018
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0