Da Italia Oggi del 18/01/2006

Biocarburanti, la risposta all'aumento del petrolio

A Vegetalia sarà presentata una pianta coltivata per gli impianti energetici

'Gli aumenti record del prezzo del petrolio, provocati dalle tensioni geopolitiche in alcuni paesi, come Iran e Nigeria, sono causa di una crescita di costi per le imprese e per i consumatori, che vanno affrontati con interventi strutturali per individuare fonti di energia alternative e rinnovabili che consentano di uscire da situazioni di crisi ormai ricorrenti'. Lo denuncia la Coldiretti che rileva come: ´Dalle coltivazioni di cereali e oleaginose e con il riciclaggio dei prodotti naturali oggi è possibile produrre energia rinnovabile, in grado di generare un circolo virtuoso che concilia il rispetto dell'uso corretto e non intensivo delle risorse ambientali, con l'esigenza di ridurre l'inquinamento atmosferico'.

La strada da perseguire, secondo la Coldiretti è quella di ´potenziare le coltivazioni dedicate alla produzione di biocarburanti (biodiesel e bioetanolo), utilizzando residui agricoli, forestali e dell'allevamento e installando pannelli solari nella aziende agricole.

In questo modo sarà possibile arrivare a coprire, entro il 2010, fino al 13% del fabbisogno energetico nazionale, risparmiando oltre 12 milioni di tonnellate di petrolio equivalenti. Senza contare la riduzione delle emissioni di anidride carbonica di origine fossile di circa 30 milioni di tonnellate. Da un ettaro di canna comune delle aree golenali', segnala ancora la Coldiretti, ´è possibile produrre biomasse sufficienti a garantire energia elettrica per le esigenze di un'intera famiglia come pure dall'installazione di pannelli solari sul tetto di una stalla. D'altra parte in Germania l'energia prodotta grazie al sole è 11 volte superiore a quella italiana, nonostante le evidenti maggiori opportunità nazionali dovute al clima favorevole. Anche per tali motivi', conclude la Coldiretti, ´è in corso, e si concluderà nel 2006, la raccolta di firme a sostegno di una proposta di legge di iniziativa popolare per produrre un milione di tonnellate di biocarburanti dalle coltivazioni agricole nazionali e ridurre la dipendenza del petrolio'.

A tale riguardo va segnalato un progetto per coltivare piante esclusivamente per gli impianti di energia rinnovabile.

Si tratta di una delle novità che verranno presentate da Kws, multinazionale nel campo delle sementi, durante la prossima edizione di Vegetalia a Cremona dal 27 al 29 gennaio. L'idea è quella di produrre una pianta che abbia le caratteristiche più adatte per avere la resa più alta nella produzione di energia pulita.

´La novità principale che porteremo a Vegetalia', spiega Giuseppe Carli, responsabile commerciale Kws, ´riguarderà quello che è il tema portante della manifestazione, le bioenergie. In particolare ci stiamo orientando su una nuova produzione che andrà ad alimentare gli impianti di biogas e biodiesel. Il nostro obiettivo', continua Carli, ´è quello di generare una semente di mais per produrre una pianta la cui caratteristica principale sia una notevole massa. Questa pianta sarà una pianta da biomassa, e cioè sarà utilizzata esclusivamente per gli impianti che producono energia'.

L'impiego delle biomasse in Europa soddisfa per il momento una quota piuttosto marginale dei consumi di energia primaria, ma il reale potenziale energetico di tale fonte non è ancora pienamente sfruttato. All'avanguardia, nello sfruttamento delle biomasse come fonte energetica, sono i paesi del Centro-Nord Europa, che hanno installato grossi impianti di cogenerazione e teleriscaldamento alimentati a biomasse. La Francia, che ha la più vasta superficie agricola in Europa, punta molto anche sulla produzione di biodiesel ed etanolo, per il cui impiego come combustibile ha adottato una politica di completa defiscalizzazione.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

L’Italia si allinea all’Ue sui biocarburanti per diminuire la dipendenza dal petrolio
Più “girasoli nei motori” per risparmiare su benzina, diesel e ridurre l’inquinamento atmosferico
di Roberto Casalena su L'Opinione del 10/11/2005

News in archivio

Italia: «L´ecoenergia, business del futuro»
Il ministro delle politiche agricole: «Puntiamo sulle biomasse, rendono molto di più di mais e girasole»
su Greenreport del 28/07/2006
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0