Da La Repubblica del 04/06/2005

Sondaggio della "Bild": il 96,9% dei tedeschi voterebbe "no". Oggi vertice Schroeder-Chirac

Ma anche la Germania "boccia" la Costituzione Ue

di Andrea Tarquini

BERLINO - Il grande sogno dell'Europa unita muore nel cuore e nella mente del popolo tedesco, proprio mentre il cancelliere federale, il socialdemocratico Gerhard Schroeder lancia tentativi estremi di salvare l'Unione dallo shock del voto francese e olandese e dalla disintegrazione. In un sondaggio telefonico condotto dal quotidiano popolare Bild ieri - alla vigilia dell'atteso vertice d'emergenza di stasera alla Cancelleria tra Schroeder e il presidente francese Jacques Chirac - il 96,9 per cento dei cittadini ha detto che voterebbe no alla Costituzione europea, se in Germania si tenesse un referendum come in Francia e Olanda. I sì sono stati appena il 3,1 per cento. Su questo sfondo, Chirac e Schroeder avranno una difficile cena di lavoro per esaminare la situazione dopo i due no e discutere come sia possibile rilanciare il processo d'integrazione e allargamento dell'Europa. Un processo che, come dice il sondaggio, appare delegittimato anche nel che era sempre stato locomotiva e leader nel continente.

Il vertice straordinario franco-tedesco stasera sarà rigorosamente a porte chiuse. Solo una cena di lavoro, niente briefing né conferenze stampa né dichiarazioni. Questa scelta conferma il senso di allarme mal celato che domina il vertice politico tedesco. E come notano i commentatori delle tv pubbliche e dei grandi quotidiani, un summit tra un presidente dimezzato dalla batosta del referendum e un cancelliere alle corde, dato per perdente netto nelle indagini d'opinione sulle elezioni anticipate previste a settembre, è un summit tra leader deboli. Pochi si illudono che possa dare all'Europa in crisi una svolta e un segnale di fiducia. Una sconcertante rivelazione è venuta dal premier democristiano olandese, Jan Peter Balkenende. Per Balkenende, Schroeder all'indomani del voto nei Paesi Bassi ha proposto un vertice d'emergenza tra i sei paesi fondatori della Ue, cioè Francia, Germania, Italia, Belgio, Olanda, Lussemburgo. Ma Balkenende ha respinto la proposta, dopo il no del suo elettorato. E l'iniziativa tedesca è fallita.

«Si tratta ora di decidere», ha ammonito Schroeder, «se la grande idea dell'unità europea debba essere messa in gioco o invece proseguita. Sarebbe completamente sbagliato mettere in discussione il piano di allargamento». La gravità della crisi è tutta nelle parole del cancelliere. E nel monito del suo vice, il ministro degli Esteri e leader dei verdi Joschka Fischer. «Il no francese e olandese è una battuta d'arresto che impone una pausa di riflessione. Per il processo d'integrazione avremo bisogno di più tempo, forse alcuni anni in più, massimo dieci. Ma non è la fine del processo».

Chirac e Schroeder si vedranno di nuovo il 10 a Parigi. Poi il cancelliere volerà a Londra per incontrare il premier britannico Tony Blair. L'iniziativa del cancelliere per salvare l'Europa in vista del vertice europeo del 16 e 17 continua a pieno ritmo. Ma l'elettorato tedesco la guarda con sentimenti misti tra ostilità e indifferenza. Il sondaggio di Bild è stato lanciato con un titolo a piena prima pagina: "Francesi e olandesi hanno votato no, oggi grazie a Bild vota la Germania". Una pugnalata per il governo. E sul suo sito online Bild diffonde e reclamizza la lunghissima lista di negozi, discount, agenzie viaggi, ristoranti, alberghi che continuano ad accettare il marco.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Il Manifesto di Genova per rilanciare processo costituente europeo
Manifesto europeo delle cittadine e dei cittadini europei riuniti nella Convenzione di Genova il 3 e il 4 dicembre 2005
su PeaceLink del 05/12/2005
Europa, ecco lo schiaffo olandese
Dopo la Francia un altro No ancora più netto alla Carta Ue: 63%
di Riccardo Staglianò su La Repubblica del 02/06/2005
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2018
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0