Da Punto Informatico del 09/06/2006
Originale su http://www.punto-informatico.it/p.aspx?id=1518776

USA, insabbiato lo scandalo intercettazioni

Il Congresso blocca le annunciate inchieste sul ruolo dei grandi operatori statunitensi coinvolti nel programma d'intercettazioni governative che ha tenuto sotto controllo milioni di cittadini

di Tommaso Lombardi

Washington (USA) - Fumata nera dal Senato federale degli Stati Uniti: l'indagine parlamentare per analizzare il coinvolgimento di AT&T, Verizon e BellSouth nello scandalo intercettazioni, condotte dalla National Security Agency ai danni dei cittadini statunitensi, è stata bloccata.

Le richieste del Dipartimento di Giustizia sembrano essere state esaudite: l'istituzione aveva esplicitamente domandato che l'intero caso, nato da una denuncia da parte dell'associazione Electronic Frontier Foundation, venisse archiviato perché "rischioso per la sicurezza nazionale".

Nonostante le proteste nate in seno alla società civile, il Senato ha quindi deciso di non procedere all'interrogatorio dei dirigenti dei maggiori operatori telefonici, accusati da USA Today di aver collaborato col governo all'insaputa degli utenti. Inizialmente, la Commissione Giustizia del Senato aveva inoltrato una serie di ingiunzioni per ottenere le testimonianze di AT&T, Verizon e BellSouth.

L'intervento del vicepresidente degli Stati Uniti Dick Cheney, secondo la stampa locale, è stato fondamentale ed ha spinto i senatori a desistere. Cheney, in base ad una ricostruzione fornita dall'agenzia RCR, ha infatti intimato al Senato di non approvare ulteriori indagini sul cosiddetto spionaggio domestico, in quanto i contorni dell'intera vicenda sono protetti dal segreto di stato.

In base alle denunce di ACLU, la più importante organizzazione statunitense che si batte per i diritti civili, ogni altro tentativo d'indagine privata o per conto dell'autorità delle telecomunicazioni, FCC, è adesso del tutto impossibile. Solo il Senato, infatti, poteva ottenere accesso ai preziosi fascicoli digitali che contengono i tabulati delle telecomunicazioni nazionali ed internazionali intercettate dal governo di Washington.

Il caso è chiuso?

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Usa, Grande fratello contro «opinioni ostili»
L'iniziativa del ministero della Sicurezza nazionale per individuare i media e i giornali nemici nel mondo
di Ennio Caretto su Corriere della Sera del 04/10/2006

News in archivio

Privacy: mano pesante del garante contro il marketing telefonico
Verranno rafforzate le indagini e inasprite le sanzioni
su ITNews del 28/12/2006
Stati Uniti: un sito pubblica la ricetta della bomba atomica
Dopo la denuncia del New York Times la pagina web è stata chiusa
su ITNews del 03/11/2006
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0