Da estense.com del 28/03/2006
Originale su http://www.estense.com/?module=displaystory&story_id=6034&form...

Iran e Venezuela passano al ''petroleuro''

di Rudy Bandiera

L'Iran ed il Venezuela cominceranno a vendere il loro petrolio in euro anziché in dollari. La notizia è stata data lunedì scorso alla Iranian Oil Bourse, vale a dire la borsa del petrolio iraniana alla quale erano presenti anche broker venezuelani.

E' importante sapere che l'Iran è il secondo produttore petrolifero del mondo ed il Venezuela il terzo. Questa notizia porterà non pochi scompensi sui mercati internazionali. Bisogna infatti ricordare che fin dal secondo dopo guerra il petrolio è stato commerciato esclusivamente in dollari. La moneta americana è diventata quindi la valuta forte in assoluto per il fatto che tutti gli scambi avvengono attraverso essa, con conseguente valutazione del "biglietto verde" che viene comprato dalla zecca USA per acquistare l'oro nero e successivamente rimesso sui mercati internazionali.

Inoltre il Dollaro può essere reinvestito solo all'interno del territorio statunitense con ovvia crescita economica del paese guidato da Bush.

Il passaggio all'euro potrebbe portare una supervalutazione del conio europeo con conseguente perdita di valore e potere sui mercati internazionali da parte del biglietto verde. E' un ulteriore allontanamento politico da parte di Teheran nei confronti di Washington, che dopo la diatriba sulle centrli nucleari verte ora anche sulle questioni economiche.

Altre nazioni, grandi produttrici di greggio come la Libia, stanno ora meditando di passare alla nostra valuta in quanto, avendo un valore ed una stabilità maggiore, accrescerebbe l'introito derivante dal petrolio. Non dobbiamo poi dimenticare che anche il dittatore Saddam Hussein nel 2000 annunciò che avrebbe abbandonato il petroldollaro per motivi politico economici. Non ebbe però il tempo di mettere in pratica il suo progetto in quanto gli USA invasero l'Iraq in cerca di armi di distruzione di massa mai trovate e mantennero lo scambio del greggio in dollari. Ora sta tutto nel vedere come reagirà la super potenza all'ennesima provocazione da parte del paese degli Ayatollah.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Iran's oil gambit - and potential affront to the US
The Iranian government's plans to create an oil exchange fit into a strategy of weakening US economic hegemony.
Vertice del G8. Firmato un accordo con l'obiettivo di ridurre la dipendenza dal Medio Oriente. Veto alle armi di distruzione di massa per Iran e Corea del nord
Patto Bush-Putin: il futuro è il nucleare
Sfida agli sceicchi del petrolio. In Russia centrali e scorie, agli Usa la ricerca sui sistemi di riciclaggio
di Maurizio Molinari su La Stampa del 18/07/2006
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2019
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0