Da La Nuova Ecologia del 04/06/2004
Originale su http://www.lanuovaecologia.it/speciale/no_war/3348.php

Il Tribunale ha condannato il ministero della Difesa

Sarà risarcita la famiglia Melone

È morto dopo una malattia contratta in una serie di missioni all'estero. E la colpa è del materiale radioattivo utilizzato nei teatri di guerra. Riconosciuto per la prima volta il «danno biologico». Ora lo Stato dovrà versare 500.000 euro

di Fabio Dessì

È morto dopo una lunga malattia contratta in una serie di missioni all'estero. E la colpa è dell'uranio impoverito utilizzato nei teatri di guerra. Questa la conclusione del Tribunale civile di Roma che per la prima volta ha riconosciuto, oltre alla causa di servizio, anche il danno biologico e ha condannato il ministero della Difesa al risarcimento

alla famiglia Melone di 500.000 euro. Soddisfatta la moglie per aver mantenuto la promessa fatta: portare a termine quella battaglia legale avviata quattro anni fa dal maresciallo dell'Aeronautica di 40 anni, originario di Caserta, Stefano Melone.

Prima in Albania, poi in Somalia, Bosnia e Libano come pilota elicotterista dei “Cavalieri dell'Aria” di Viterbo. Al ritorno dall'ultima missione in Kosovo, nel 1999, gli era stata diagnosticata una rara forma di leucemia che nel giro di due anni lo avrebbe portato alla morte. La causa, secondo i medici, l'esposizione a sostanze radioattive e cancerogene. In Kosovo, Melone aveva lavorato alla manutenzione di armi, maneggiando sostanze tossiche come benzene, amianto, cloruro di vinile. Per questa ragione aveva deciso di avviare la sua battaglia legale, convinto che fosse da ricercare lì la causa dei suoi mali. Ma col passare dei mesi gli era venuto il sospetto che la responsabilità potesse essere delle armi all'uranio impoverito utilizzate in Bosnia.

Ora il ministero della Difesa dovrà versare a titolo di risarcimento 500.000 euro. Un primo passo, probabilmente, per fare giustizia anche nei confronti dei parenti delle altre 26 vittime e degli oltre 260 malati. Per Edouard Ballaman, deputatato della Lega Nord, «sarà interessante capire se per far valere le loro ragioni dovranno fare ricorso ai Tribunali o se il ministero deciderà finalmente di fare chiarezza su tutta la vicenda stanziando il giusto per tutti i militari che ne hanno diritto». Per l’onerovole Giuseppe Giulietti, portavoce di Articolo 21, «qualunque sia il titolo esecutivo della sentenza è importante sottolineare che il Tribunale ha individuato un nesso tra la malattia riportata da Stefano Melone e le missioni militari che ha svolto all'estero».

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Il ministero della Difesa annuncia i rimborsi per chi si è ammalato nelle missioni all´estero
Militari contaminati dall´uranio adesso arrivano i risarcimenti
Armi all´uranio impoverito risarciti i militari ammalati
di Elsa Vinci su La Repubblica del 25/03/2005
In caserma si muore di più
Passano da 88 a 109 i militari deceduti per malattia. Superano anche gli incidenti letali, che sono aumentati del 31%. Sospetti sull'uranio impoverito
di Toni Mira su Avvenire del 19/10/2004

News in archivio

La decisione della commissione Sanità della Regione
Sardegna, un'indagine sull'uranio impoverito
L'iniziativa segue le denunce presentate da sindaci e comitati spontanei sui danni alla salute di militari sardi che hanno partecipato a missioni all'estero
su La Nuova Ecologia del 14/10/2004
I familiari vogliono essere coinvolti
Istituita una commissione d'inchiesta
Al Senato un organismo per far luce sulle morti e sulle patologie di soldati. Per il presidente dell'Anavafaf, Falco Accame, il nodo da sciogliere non è medico, ma politico
su La Nuova Ecologia del 15/09/2004
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0