Da Villaggio Globale del 09/02/2006
Originale su http://www.vglobale.it/NewsRoom/?News=2006&ref=

«Hy Park», incontri e dimostrazioni patriche a a Torino 2006

Torino non solo olimpiadi ma anche vetrina dell'idrogeno

Il primo evento olimpico ad ospitare uno spazio sull'utilizzo dell'idrogeno per produrre energia

di Antonio Lo Campo

Le Olimpiadi Invernali di Torino 2006, che verranno inaugurate domani nel nuovo Stadio Olimpico del capoluogo piemontese, saranno anche una importante (e curiosa) vetrina per mostrare lo stato dell'arte delle tecnologie che sfruttano l'idrogeno come fonte di energia.

Il grande spazio tematico si chiama «Hy Park», ed è stato inaugurato ieri alla presenza di diverse autorità ed esperti, compresa Mercedes Bresso, Presidente della Regione Piemonte. L'area dedicata ad Hy-Park, con aree al coperto e piste all'esterno per far viaggiare dei piccoli scooter funzionanti ad idrogeno, illustrerà i più recenti studi e le ricerche del Sistema Piemonte Idrogeno, il primo comparto italiano nella ricerca, progettazione e realizzazione di sistemi che producono e utilizzano questa innovativa forma energetica.

Torino 2006, sarà così il primo evento olimpico ad ospitare uno spazio sull'utilizzo dell'idrogeno per produrre energia; l'iniziativa, promossa e finanziata dalla Regione Piemonte con il supporto del Comune di Torino, si concluderà il 19 febbraio in Largo Cairoli, presso una delle strutture olimpiche del capoluogo piemontese che costeggiano il Po, e avrà l'obiettivo di far collaudare direttamente a coloro che interverranno, i vantaggi dell'utilizzo dell'idrogeno e far intuire quelle che saranno le basi per uno sviluppo del prossimo futuro.

Hy Park è stato ideato da Environment Park, il parco scientifico e tecnologico per l'ambiente di Regione, Comune, Provincia e Unione Europea, e in esso sarà possibile notare i vantaggi di una catena di fuel-cell, che sono le batterie a combustibile che dagli anni Sessanta viaggiano sulle navicelle spaziali, e che ora (come ricaduta tecnologica) equipaggiano mezzi molto «terrestri», come i nuovi bus a idrogeno, oltre agli scooter, come quelli che saranno presenti proprio ad Hy-Park e che potranno essere «collaudati» da chi ne farà richiesta.

Vi saranno inoltre apparati più tradizionali, come lampade video, o oggetti per il divertimento, come juke-box, flipper e banchi per i disk-jockey.

D'altra parte, in un epoca in cui già si intravedono all'orizzonte i primi computer portatili con piccole batterie all'idrogeno, questo è ormai un settore in espansione e che strizza l'occhio all'ambiente. «La Regione Piemonte - ha ricordato la Presidente Mercedes Bresso alla presentazione di Hy-Park - crede fortemente alla possibilità di trasformare un passato ricco di esperienze produttive in un futuro di innovazione e di crescita rispetto ai valori ambientali, e l'idrogeno è sicuramente tra i più promettenti vettori d'energia, e consente uno sviluppo eco-sostenibile e garantisce una migliore qualità della vita».

«Quella dei giochi di Torino - aggiunge la Bresso - è una vetrina ideale per far conoscere queste tecnologie e dimostrare quanto il Piemonte sia impegnato in questo settore».

«Ci rendiamo conto - sostiene Andrea Bairati, assessore regionale alla Ricerca e all'Innovazione - del ruolo che hanno le fonti di energia alternativa e della ricerca come elemento necessario allo sviluppo. Ecco perché la Regione sostiene e sosterrà la filiera dell'idrogeno».

«Con la legge della ricerca - aggiunge Bairati - il nostro obiettivo è di creare un legame tra laboratori e imprese, intervenendo con finanziamenti sulla ricerca applicata, il trasferimento tecnologico, l'alta formazione, con programmi che colleghino università, centri pubblici e privati e aziende».

Hy-Park, sarà una vetrina che metterà in mostra (e in funzione) venti scooter funzionanti all'idrogeno da provare in un'area Test Drive, mentre alcune aziende presenteranno i propri progetti innovativi, come la «Electro», che illustrerà i prototipi delle proprie, innovative fuel-cell, e «Pianeta», che presenterà «Primo Settimo», un progetto che prende il nome dalla cittadina di Settimo Torinese, dove hanno sede i propri impianti.

Primo Settimo impiegherà diversi metodi: turbine a gas naturale, pannelli fotovoltaici e tecnologie sofisticate per produrre energia; è il primo del suo genere in Italia, e permetterà di stoccare e utilizzare l'idrogeno.

Verrà inoltre mostrata la ex colonia Italsider di Cesana Torinese, convertita a centro per atleti olimpici e giornalisti durante i Giochi, presso la quale è stato allestito un sistema energetico basato sulla filiera ecologica dell'«idrogeno verde», per produrre e usare idrogeno tramite celle a combustibile.

L'idrogeno come fonte d'energia inoltre, sarà in mostra con foto, video e testi, uno spazio internet, il juke-box all'idrogeno con momenti musicali con performance dal vivo su consolle all'idrogeno, e tre sofisticati flipper per gareggiare.

Ulteriori informazioni su Hy-Park, al sito www.hy-park.org

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

L'auto non ha batterie per l'accumulo dell'energia elettrica, perché il nuovo Fuel Cell System è in grado di erogare tutta la potenza che serve
Fiat Panda a idrogeno il futuro è più vicino
su La Repubblica del 13/02/2006
Rifkin a Bari apre la Conferenza internazionale sull'idrogeno
Puglia sito d'eccellenza per lo sviluppo delle fonti rinnovabili
su Villaggio Globale del 09/02/2006
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2022
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0