Da La Repubblica del 26/10/2005

Parte la campagna Unicef-Unaids per le cure nei paesi poveri. Oltre 2 milioni di giovanissimi convivono con l'Hiv

L'Aids uccide un bambino al minuto

In quasi 25 anni la pandemia ha fatto oltre 20 milioni di morti e 15 milioni di orfani

di Francesca Caferri

Nel mondo ogni minuto un ragazzo con meno di quindici anni muore per malattie legate all'Hiv. Nello stesso spazio di tempo un bambino contrae l'Aids. Meno del 5% dei minori sieropositivi della terra ha accesso alle medicine in grado di fermare l'avanzata del virus. Gira tutta intorno a questi tre numeri la campagna quinquennale per fermare la diffusione dell'Aids fra i giovani lanciata ieri congiuntamente da Unicef e Unaids, il fondo Onu per l'infanzia e l'agenzia specializzata nella lotta al male del Palazzo di Vetro. L'iniziativa arriva a quasi 25 anni dallo scoppio della pandemia che ha ucciso oltre 20 milioni di persone e fatto 15 milioni di orfani. Lo scopo lo ha spiegato il segretario generale dell'Onu, Kofi Annan: «L'Aids ha costretto troppi bambini a crescere da soli, a crescere troppo in fretta o a non crescere per niente». «In parole povere - ha aggiunto - sta devastando l'infanzia».

Le cifre. Più di 2 milioni di bambini al mondo convivono con l'Hiv. Ogni anno fra i minori di 15 anni si registrano 519 milioni di decessi e 640 mila nuove infezioni: ogni minuto quattro giovani tra i 15 e 24 anni contraggono l'Aids. E ancora: 15 milioni di bambini negli ultimi 20 anni hanno perso almeno un genitore a causa dell'Aids; solo il 5% dei minori sieropositivi ha accesso alle terapie e meno del 10% dei 15 milioni di orfani per le conseguenze del virus godono di un sostegno finanziario. «I bambini sono la faccia invisibile dell'Aids», ha spiegato la direttrice esecutiva dell'Unicef Ann Veneman presentando la campagna. Invisibile anche agli occhi di chi con l'Aids ci lavora: «Alcuni gruppi farmaceutici che producono antiretrovirali (le uniche medicine in grado di fermare il virus, ndr) hanno smesso di investire in prodotti pediatrici perché le infezioni fra i bambini dei paesi industrializzati sono sotto controllo e la domanda dai paesi più poveri resta incerta», spiega lo studio Unaids-Unicef. I progressi degli ultimi anni non bastano: i trattamenti pediatrici costano ancora 4-8 volte di più di quelli per gli adulti, e in molti casi sono i medici a ridurre a un livello accettabile per l'infanzia farmaci pensati per gli adulti.

Gli obiettivi. La campagna quinquennale punta a risolvere questo e altri problemi: fra gli obiettivi, la riduzione della trasmissione del virus da madre a figlio, l'impegno a mettere a disposizione di un numero più ampio di bambini le medicine adatte e quello a lavorare sulla prevenzione fra gli adolescenti: la metà delle nuove infezioni annue riguarda la fascia dei giovani in età compresa fra i 15 e i 24 anni. La campagna punta anche a proteggere un numero crescente di bambini figli di sieropositivi: entro il 2010 18 milioni di bambini nella sola Africa sub-sahariana avranno perso un genitore per Aids. Per la maggior parte di loro alla perdita affettiva si sommano difficoltà economiche e sociali: moltissimi abbandonano la scuola, vanno a lavorare quando sono ancora piccoli o finiscono nelle mani di criminali o sfruttatori.

I finanziamenti. Unicef e Unaids chiedono alla comunità internazionale maggiore impegno finanziario: secondo l'Unaids 55 miliardi di dollari saranno necessari nei prossimi tre anni per far fronte alla pandemia. Attualmente mancano all'appello 18 miliardi di dollari per il periodo 2005-2007.

Altri articoli in archivio


Download


Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

THE AIDS CONFERENCE
Political leaders accused of AIDS genocide
Failure to invest heavily in fighting disease is crime, head of international body says
di André Picard su The Globe and Mail del 18/08/2006
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0