Da Corriere della Sera del 18/12/2004

«Mezzo milione di donne vittime di uno stupratore»

L’Istat: le violenze dentro casa, ma anche nel luogo di lavoro

di Mariolina Iossa

ROMA - Stuprate dentro casa, molestate fuori. Da amici, fidanzati e mariti nella prima situazione, da estranei o conoscenti nella seconda. E’ sempre fosco lo scenario delle violenze sulle donne rilevato dall’Istat (il precedente risale al ’97, quello attuale è del 2002) con un’indagine sulla «Sicurezza dei cittadini», che ha raccolto informazioni attraverso interviste telefoniche su un campione di 60 mila famiglie, parlando con 22 mila 759 donne tra i 14 e i 59 anni. Più di mezzo milione di donne (il 2,9%) hanno subìto una violenza sessuale o un tentativo di violenza almeno una volta nella propria vita. Quasi dieci milioni, praticamente una donna su due (55,2%), sono state molestate. Gli stupri e i tentati stupri succedono di più al Nord e al Nord-Est e soprattutto nelle aree metropolitane, di meno al Sud e nelle Isole, dove invece sono maggiormente diffuse le molestie per strada o sugli autobus e soprattutto i pedinamenti.


AMICI E MARITI - «A violentare o anche solo a tentare di farlo sono soprattutto persone conosciute - spiega la curatrice dell’indagine Maria Giuseppina Muratore -. Presto faremo una ricerca specifica sulle violenze in famiglia, ma anche da questi risultati si può dedurre che è la casa il luogo privilegiato». Per i tentativi di violenza, l’autore è l’amico nel 23,5% dei casi, il datore di lavoro o il collega nel 15,3%, il fidanzato o ex nel 6,5%, il marito o ex nel 5,3%, gli estranei il 18,3%. Per gli stupri consumati, cresce il ruolo del marito o ex (20,2%), dell’amico (23,8%) e del fidanzato (17,4%) mentre gli estranei sono appena il 3,5%. Quanto alle molestie, le più diffuse sono le molestie verbali a sfondo sessuale e le telefonate oscene (il 25,8% e il 24,8% delle donne tra i 14 e i 59 anni), seguono il pedinamento e gli atti di esibizionismo (entrambi quasi il 23%). Le aggressioni fisiche arrivano al 20%.


POCHE LE DENUNCE - Le donne hanno paura di denunciare le violenze (il 90% non lo fa), non si fidano, si vergognano, pensano di non essere credute e hanno poca fiducia nelle forze dell’ordine. Soltanto il 7,4% di quelle che hanno subìto lo stupro ha avuto il coraggio di denunciare e negli ultimi anni è stato il 9,3%. Un terzo, poi, non ne parla mai. Nasconde il fatto e va avanti. Le altre, quelle che decidono di raccontarlo, si confidano quasi sempre con un familiare o un amico, pochissime si rivolgono a un centro sociale o a uno psicologo. Sul luogo di lavoro 373 mila donne (3,1%) sono state ricattate: impiego o carriera in cambio di sesso. L’1,8% per essere assunta, stessa percentuale per mantenere il posto o avere una promozione. Ma poche hanno accettato: il 55,6%, resistendo al ricatto, alla fine ne è uscito perdente e ha dovuto lasciare l’impiego. Solo il 4,4% ha continuato a lavorare, mentre il 3,5% è stato licenziato. Più alto è il numero di donne che ha subìto un ricatto mentre cercava lavoro (quasi 600 mila, il 4,9%). Anche qui il ricatto sessuale sul posto di lavoro viene taciuto: nel 77,1% dei casi non se ne parla mai con i colleghi e spesso neppure a casa o con gli amici. Quasi nessuna si è rivolta alla polizia o ai carabinieri. Per «paura di essere giudicata male» ha risposto il 22,5%.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Violenze, meno soldi, discriminazioni: in Italia e nel mondo i maschi non cedono il potere
La festa «alle» donne dura 364 giorni
di Michele Ainis su La Stampa del 09/03/2005
Violenze sessuali
Abusi su donne e bambini «Incremento consistente»
Sempre più genitori vengono allontanati dalla famiglia in caso di molestie ai minori

News in archivio

Le donne continuano a subire violenze e discriminazioni
Nepal: tutti gli ospedali sono pieni di feriti
I ricoverati hanno bisogno di trasfusioni di sangue, di medicine e di altri servizi
su Agenzia Fides del 21/04/2006
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0