Da Il Messaggero del 26/09/2004
Originale su http://ilmessaggero.caltanet.it/view.php?data=20040926&ediz=01_NAZ...

Idee/ I guasti del neo-darwinismo dopo il crollo delle ideologie globali

Ma il liberismo non dispensa valori

di Franco Ferrarotti

DICENDO “società” diciamo almeno due cose. Questa parola che tutti usano più volte al giorno, e che si potrebbe legittimamente ritenere ormai consunta, riserva ancora delle sorprese. E’ percorsa da una strana tensione che ne assicura la persistente vitalità. Con essa indichiamo, in primo luogo, delle realtà empiriche circoscritte, ben determinate, presenti in ogni atlante geografico, per esempio la società italiana, francese, tedesca, e così via. Ma in questa parola c’è anche una promessa di eguaglianza, l’autentica società dei socii , degli “eguali”, che è stata storicamente tradita.

Nel corso degli ultimi vent’anni, il crollo delle ideologie globali, ridotte a lamentevoli megafoni dell’ufficialità, poteva far sperare nella ripresa del significato pieno della parola “società”. Trionfa invece l’individualismo metodologico. La società viene concepita come l’effetto inintenzionale di una miriade di decisioni e comportamenti individuali. L’economista premio Nobel indiano Amartya K. Sen ricorda in proposito Friedrich August von Hayek (nel Sole/24 Ore della Domenica , 19 settembre 2004), autore fra l’altro, negli anni Cinquanta, di un pamphlet all’acido prussico, The Road to Serfdom (“La via verso la schiavitù”), un inno in lode del libero mercato e del più spregiudicato liberismo selvaggio. Peccato che non venga neppur menzionato un altro pamphlet, uscito negli stessi anni come pronta, meticolosa risposta, The Road to Reaction (“La via verso la reazione”) del politologo dell’Università di Chicago Herman Finer. Con Hayek e i suoi ferventi discepoli, che sono legione, siamo al rovesciamento del sociale. Con la crisi delle ideologie dottrinarie e dogmatiche approdiamo al neo-darwinismo sociale in base al quale, nonostante i recenti fallimenti clamorosi dell’economia di mercato, dall’americana Enron ai casi italiani di Cirio, Parmalat, e così via, il libero mercato viene mitizzato e da foro di negoziazioni, perfettamente legittimo, diventa il creatore e dispensatore di valori finali, come giustizia, libertà, difesa dei diritti degli individui.

Ma che cos’è l’individuo? Nel pensiero europeo non mancano riflessioni classiche intorno al suo valore e ancora recentemente Nicola Panichi, dell’Università di Urbino, esplora la ingens sylva dell’opera di Michel de Montaigne per trarne un concetto di individuo straordinariamente suggestivo e maturo (cfr. Nicola Panichi, I vincoli del disinganno - per una nuova interpretazione di Montaigne , Leo S. Olschki Editore, Firenze, 2004). Forse non è troppo tardi per comprendere che l’individuo non è una monade leibniziana senza porte né finestre verso il mondo esterno e, anzi, che lo stesso processo di individuazione è essenzialmente un processo sociale. In una parola, i problemi dell’individuo non si esauriscono in una questione individuale.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Cibo, lo spreco quotidiano
Italia: 4 mila tonnellate al giorno nei rifiuti, 27 ai poveri. Il record inglese
di Caterina Pasolini su La Repubblica del 16/04/2005
Spot e un esercito di volontari: lo stratega di Bush, Karl Rove, usa le stesse tecniche della campagna elettorale per promuovere i tagli al welfare promessi dal presidente
La Casa Bianca vende porta a porta la riforma delle pensioni
L’aggressività dell’offensiva ha spiazzato i democratici. Che ora accusano l’Amministrazione di aver inaugurato la «politica della paura» con lo slogan: «Si rischia la bancarotta»
di Massimo Gaggi su Corriere della Sera del 17/01/2005
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2019
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0