Da La Repubblica del 30/08/2004

Autobomba a Kabul, attentato in una scuola: uccisi 11 bambini

Il ritorno dei taliban, è strage

La violenta esplosione davanti alla sede Interpol
Nel sudest attacco contro lo staff del comitato elettorale

di Riccardo Staglianò

Un´autobomba a Kabul, tritolo in una madrassa, un attacco al confine col Pakistan e un elicottero che si schianta al suolo. Una ventina i morti, tra cui undici bambini: domenica di sangue in Afghanistan con i Taliban che si affrettano a firmare l´attentato nella capitale: «Intendevamo colpire gli americani, non i locali» fa sapere per telefono un portavoce.

La bomba in una scuola religiosa della provincia di Paktia, circa 125 chilometri a sud di Kabul, è la prima a esplodere. «È avvenuta nella notte - ha detto ieri alla Reuters il governatore Haji Assadullah Wafa - dentro una madrassa privata del villaggio di Naiknaam». È l´unica cosa certa, perché stando alle prime ricostruzioni l´esplosivo potrebbe essere stato piazzato su una motocicletta parcheggiata fuori dall´edificio come al suo interno. «I morti - ha poi spiegato il sergente Ann Bennett, portavoce dell´esercito statunitense a Kabul - sono quattro bambini, cinque adolescenti e un adulto». I giovani erano tutti studenti afgani.

L´attentato nella capitale è invece avvenuto intorno alle 18 (le 15.30 in Italia) nel quartiere di Shar-i-Naw, dove hanno sede molte agenzie internazionali. L´autobomba è saltata in aria di fronte all´edificio dell´Interpol e della Dyncorp, la società americana che fornisce il personale della security e che forma le guardie locali. La deflagrazione è stata tale da distruggere altre sei vetture vicine: «C´erano brandelli umani ovunque, in un raggio di settanta metri», ha raccontato Maurizio, volontario di Emergency sul posto, sul sito di Peace Reporter. Il bilancio delle vittime parla di 10-15 persone, «in maggioranza straniere» secondo la polizia afgana ma la versione governativa si ferma a sette. Tra queste due americani, tre nepalesi (molti dei "soldati privati" della Dyncorp lo sono) e due afgani, fra i quali due bambini.

La rivendicazione è subito arrivata all´ufficio di Kabul della tv araba Al Jazeera. «Due telefonate - ha spiegato il corrispondente - dal mullah Jahan e dal mullah Hakim, portavoce dei Taliban, che esprimevano profondo rammarico per il fatto che alcuni afgani che si trovavano a passare siano rimasti feriti». Ancora incerta la dinamica, però: sulle prime si era parlato di un attentatore suicida, mentre poi si è detto che è stato usato un telecomando per far brillare l´esplosivo.

Il presidente afgano Hamid Karzai si è detto «profondamente scosso» dall´attentato. «Mentre i cittadini dell´Afghanistan si preparano alle elezioni (del 9 ottobre prossimo, ndr) - si legge in un comunicato diffuso ieri - i nemici del nostro Paese intensificheranno i loro sforzi per compromettere il processo elettorale e minacciare la prosperità e la sicurezza del popolo». Era oltre un mese che gli "studenti di teologia" non rivendicavano un attentato.

L´attacco nella provincia di Nangarhar, sempre nel sudest della nazione, ha avuto come bersaglio il veicolo della commissione elettorale afghana. «Trasportava un autista e due coordinatori locali», che non sono rimasti feriti dall´esplosione di un´autobomba, ha spiegato il portavoce delle Nazioni Unite a Kabul, Manuel de Almeida e Silva. Stando a un bilancio Onu sono già 12, dal maggio scorso, le persone uccise e più di trenta quelle rimaste ferite a causa di attentati contro uomini e donne che lavoravano all´organizzazione delle elezioni presidenziali.

Nella concitata giornata afgana è infine caduto anche un elicottero. Un Apache di pattuglia nei pressi di Kabul a bordo del quale c´erano due militari del contingente olandese della Isaf (Forza Internazionale di Assistenza e Sicurezza). Uno dei due è rimasto ferito, l´altro è uscito illeso dall´incidente. Che tale è, ha assicurato il ministero della difesa di Amsterdam: «Il velivolo non è stato abbattuto da fuoco nemico».

Sullo stesso argomento

 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2021
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0