Da La Repubblica del 15/06/2004

Ma per il cancelliere tedesco il tramonto politico ormai appare irreversibile

Schroeder non rinuncia "Avanti con le riforme"

Fa male rendersi conto che manca l´appoggio dei cittadini

di Andrea Tarquini

BERLINO - Un´atmosfera da "Kanzlerdaemmerung", da crepuscolo del cancelliere, grava sulla Germania, e insidia la sua stabilità e quella dell´Europa. «Io continuerò sulla via delle mie riforme, la mia politica non cambierà», ha detto Gerhard Schroeder. Ma la sua professione di fede nella "terza via" alla tedesca sembra non convincere più né la Spd né il paese. Il partito di governo appare lacerato da scoramento e panico, l´opposizione suggerisce le dimissioni del capo del governo. E gli editoriali dei grandi quotidiani, di solito esempio di fredda moderazione britannica, dipingevano ieri il quadro della fine dell´èra Schroeder.

Il grande programma di riforme di welfare, pensioni, mercato del lavoro, ha detto il cancelliere, resta irrinunciabile per il futuro del paese. «Io posso attuare solo questa politica, è l´unica politica che voglio continuare a portare avanti», ha esclamato. La disfatta è grave, egli ha ammesso in sostanza: «Naturalmente fa male rendersi conto che manca il necessario appoggio dei cittadini». Non è servito fare del pacifismo, del no alla guerra in Iraq, della critica all´America di Bush, il cavallo di battaglia della campagna elettorale. Né è valso promettere effetti positivi delle riforme su congiuntura e occupazione. Schroeder, e con lui tutto il vertice del partito, fanno quadrato: escludono rimpasti di governo o nella direzione socialdemocratica. Ma la sua prossima riunione, tra una settimana, si preannuncia tempestosa.

Il problema, ammette il presidente del partito Franz Muentefering, è la mancata accettazione del corso riformista. «La Spd deve tornare a darsi un profilo, concetti, contenuti politici riconoscibili», avverte. E subito i giovani, ambiziosi colonnelli socialdemocratici tuonano, fiutando più potere. «Ci vuole una svolta nei contenuti», chiede l´ex premier bassosassone Sigmar Gabriel. «S´impone un dibattito critico sul ruolo del governo», accusa il vice capogruppo parlamentare Michael Mueller. Nella base domina la confusione più disperata, si diffonde il timore di tornare all´opposizione. La voglia di capri espiatori da punire, a cominciare dal ministro dell´Economia Wolfgang Clement, architetto del riformismo, si fa strada.

L´opposizione alza il tiro: «Il governo rossoverde ha perso la legittimità del mandato popolare», esclama il premier bavarese Edmund Stoiber. Il centrodestra vuole subito più peso a Bruxelles, nella nuova Commissione. Elezioni anticipate, ammette Frau Merkel, restano improbabili.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Duro attacco della moglie del Cancelliere alla sfidante della Cdu: in palio il decisivo elettorato femminile
Germania, Doris contro Angela
La Schroeder: "Donne non votate la Merkel, non è madre"
di Andrea Tarquini su La Repubblica del 01/09/2005
Grave tensione tra Europa e ayatollah. "Abbiamo diritto all'energia atomica". Schroeder: "L'Occidente unito contro la bomba"
"Nucleare, sanzioni contro l'Iran"
Avvertimento dell'Ue, ma Teheran va avanti: "Apriremo le centrali"
di Alberto Mattone su La Repubblica del 03/08/2005
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2021
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0