Da Corriere della Sera del 23/04/2004
Originale su http://www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/2004/04_Aprile/23/danese.shtml

La sua relazione portò alla decisione di partecipare alla guerra

Armi di distruzione, si dimette il danese Jensby

La decisione del ministro della Difesa danese in seguito al dibattito sulla verdicità delle notizie sugli arsenali di Saddam

COPENAGHEN - Cade una testa, almeno una, per il mancato ritrovamento delle armi di distruzione di massa in Iraq, che furono lo scorso anno il «casus belli» del conflitto contro Saddam Hussein. Il ministro della Difesa danese Svend Aage Jensby ha rassegnato oggi le dimissioni. In sua sostituzione il premier Anders Fogh Rasmussen ha nominato Soeren Gade. La decisione del ministro viene dopo che nei giorni scorsi i parlamentari danesi hanno messo in dubbio l’accuratezza del lavoro dell’intelligence sulla questione. Il primo ministro Hans Fogh Rasmussen ha saputo oggi delle dimissioni del suo collaboratore nel governo, dopo il ritorno dal viaggio negli Stati Uniti. In un comunicato Jensby, che ricopriva la carica dal novembre 2001, ha annunciato di volersi «ritirare dalla carica di ministro». «Il governo - ha affermato il ministro dimissionario - ha ottenuto notevoli risultati e io non voglio danneggiare l’esecutivo e la mia famiglia offrendo il destro alla campagna orchestrata contro la mia persona». Lunedì scorso il contrammiraglio Joern Olesen, l’ex capo del servizio segreto militare danese costretto alle dimissioni a febbraio per aver fatto filtrare brani di due rapporti dell’intelligence, aveva affermato di aver sempre creduto che «probabilmente Saddam aveva armi chimiche e batteriologiche», aggiungendo che i documenti erano basati su informazioni da fonti Onu e Nato. Ma un rapporto del 7 marzo 2003 concludeva che non c’erano «notizie certe che l’Iraq abbia armi di distruzione di massa operative». La Danimarca ha partecipato come paese belligerante alla guerra in Iraq, inviando truppe e un sottomarino, proprio basando il suo intervento sulla certezza della presenza delle armi di distruzione di massa di Saddam.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Un ex dirigente svela chi accreditò la montatura sulle armi di Saddam. Fu l'intelligence di Roma a fornire il rapporto che "accusava" l'Iraq
Nigergate, la Cia conferma "C'è il Sismi dietro quelle carte"
di Carlo Bonini su La Repubblica del 25/04/2006

News in archivio

su Diario del 13/09/2006
Si chiama H2PIA e nascerà in Danimarca. Sfrutterà solo l'energia prodotta da pile combustibili alimentate a idrogeno
Energia: l'auto protagonista nella città a idrogeno
su La Repubblica del 07/09/2006
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0