Da La Repubblica del 24/03/2004

In Germania allarme-bomba in due stazioni. Il ministro inglese: "È solo questione di tempo, colpiranno ancora"

"Un piano per uccidere Rau" il presidente tedesco lascia l´Africa

Sventato attentato a Gibuti. Straw: Roma e Londra a rischio

di Andrea Tarquini

BERLINO - I terroristi islamici miravano al cuore dello Stato tedesco. Il presidente federale, Johannes Rau, ha dovuto annullare in extremis la sua visita prevista per oggi a Gibuti ai soldati in missione nel Corno d´Africa, perché i servizi segreti di Berlino hanno sventato probabilmente insieme ad alleati Nato un piano per assassinarlo. La rivelazione, fornita ieri sera dalla N-tv tedesca, è stata confermata dalle fonti ufficiali. La sfida all´Europa resta dunque al massimo livello, il pericolo è gravissimo.

Nelle stesse ore, il ministro degli Esteri britannico, Jack Straw, avvertiva che «è solo questione di tempo, non è un problema di se ma solo di quando: la certezza è che l´Europa, Roma, Londra o un´altra grande città europea saranno colpiti da un attacco terroristico di cellule legate ad Al Qaeda». E già ieri, due grandi stazioni ferroviarie tedesche sono rimaste chiuse per ore a causa di un allarme-bomba, fortunatamente poi rivelatosi infondato.

La segnalazione del Bnd, i servizi segreti, e del Mad, l´intelligence militare, è arrivata appena in tempo: Rau e la first lady Christina, attualmente in visita di Stato in Tanzania, avrebbero dovuto arrivare domani a Gibuti. Nell´ex colonia francese infatti sono schierati 450 soldati della Bundesmarine e aviatori dei ricognitori Atlantic in missione antiterrorismo nel quadro dell´operazione internazionale Enduring Freedom. «Il pericolo è concreto, è troppo serio», ha detto la N-tv, poi confermata dai portavoce di Bellevue, il palazzo presidenziale. «La tappa è stata annullata, e nelle prossime ore il presidente rientrerà direttamente dalla Tanzania a Berlino».

Il fatto più sconcertante è che si tratterebbe del secondo tentativo di assassinare Rau fallito in poche ore. Secondo la rete tv tedesca infatti un primo complotto sarebbe stato sventato già in Tanzania pochi giorni fa. Rau sarebbe stato avvertito del pericolo ma avrebbe rifiutato quella prima richiesta di cambiamento in extremis del programma del suo viaggio. Nel caso di Gibuti, la minaccia è apparsa ancora più seria. E visto che la Germania è stato e resta nel campo europeo e atlantico il capofila del no alla guerra in Iraq, il complotto per assassinare Rau offre una drammatica conferma che paesi e governi pacifisti o comunque su posizioni critiche rispetto agli Usa o alla Gran Bretagna non sono affatto al sicuro: sono anzi, non meno dei belligeranti a Bagdad, nel mirino dei terroristi.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Il ministro dell´Interno tedesco Schily: "Vanno espulsi. E gli islamici moderati devono distanziarsi da loro"
"Contro i predicatori dell´odio l´Europa scelga la linea dura"
di Andrea Tarquini su La Repubblica del 01/06/2004
Dal 2001 solo due persone condannate per il reato previsto dal 270 bis. Spesso in contrasto Procure e giudici
Allarmi, arresti e poi rilasci tutte le inchieste finite nel nulla
di Luca Fazzo su La Repubblica del 20/11/2005
Duro attacco della moglie del Cancelliere alla sfidante della Cdu: in palio il decisivo elettorato femminile
Germania, Doris contro Angela
La Schroeder: "Donne non votate la Merkel, non è madre"
di Andrea Tarquini su La Repubblica del 01/09/2005
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2022
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0